Pisa, 13 aprile 2018 - A distanza di ore, il pericolo corso si fa ancora sentire. L’ingegnere pisano Luca Frosini è uno dei testimoni che mercoledì si trovava in superstrada alle 18.20. «Sono vivo per miracolo, dopo aver schivato una Punto grigia che viaggiava contromano in Fipili», racconta. «D’istinto, in una frazione di secondo, ho frenato di colpo e mi sono letteralmente buttato sulla corsia di destra... senza pensare, fortuna che non c’erano altre vetture né dietro né accanto». Già, la Fiat immortalata anche dalle telecamere di videosorveglianza che ha imboccato in senso contrario la superstrada spaventando chi, a quell’ora, stava rientrando a casa. Alla guida, un uomo che all’inizio probabilmente non si è neanche reso conto di quello che stava accadendo, accanto a lui, una donna «entrambi di una certa età». Dopo aver urtato la macchina di un altro passante, i due sono fuggiti via. L’uomo è stato portato in ospedale: 5 per lui i giorni di prognosi. La Punto è entrata pochi minuti prima, probabilmente dalla rampa dell’Aurelia, poi ha proseguito, all’altezza tra Pisa aeroporto e Pisa Nord-est, lo scontro. La polizia stradale sta ora cercando di ricostruire la targa e lancia un appello per trovare altri testimoni. Il conducente della Fiat grigia rischia anche una denuncia per omissione di soccorso. Paura e traffico dopo tutto il trambusto.

Una giornata lunga quella di mercoledì per la stradale che era iniziata con controlli straordinari organizzati a Ospedaletto nonostante la pioggia. Erano state ristrette le corsie per rallentare i veicoli e per passarli al setaccio. 4 gli equipaggi della stradale con un ufficio mobile, 3 pattuglie tra questura e reparto prevenzione crimine, 2 della municipale. Presente anche Nagut, un pastore belga del reparto cinofili di Genova, che ha individuato un giovane con precedenti per droga gli investigatori potranno approfondire le indagini. In tutto sono stati controllati 46 veicoli, identificate 54 persone e contestate 18 infrazioni, per circa 5.000 euro. In 10 stavano guidando senza cinture e a 2 di loro, recidivi, è stata tolta la patente. Le carte di circolazione ritirate sono state 3, mentre i punti sottratti 50.