Il giorno dell’apertura alle Terme Tettuccio
Il giorno dell’apertura alle Terme Tettuccio

Montecatini, 7 giugno 2018 - L'atmosfera densa di emozione ed entusiasmo per la cerimonia di apertura di Special Olympics di martedì sera al Sesana ieri era ancora percepibile, con in più tutto l’impegno dell’inizio dei giochi nei vari impianti. Inoltre, ieri, all’Excelsior, sono iniziati gli screening gratuiti con trecento medici provenienti da tutta Italia in veste di volontari per i giochi nazionali di Special Olympics. Si tratta di specialisti che da anni seguono Special Olympics, che stanno eseguendo screening gratuiti per gli atleti partecipanti e, in caso di necessità e sempre a titolo gratuito, forniranno loro anche occhiali, adatti anche alle diverse discipline sportive praticate. Un check up che sarà abbinato ad un educational sulle Terme ed i benefici delle acque termali, che si terrà oggi alle 18.30 all’Excelsior.

CLAUDIO Marcotulli della direzione sanitaria delle Terme spiega: «Alla presenza dei trecento medici, con l’educational, forniremo tutte le informazioni su come utilizzare le nostre acque ed i nostri trattamenti. Tra l’altro, la nostra acqua Rinfresco è considerata da sempre reintegratore di sali minerali, molto utile per chi svolge attività fisica. Siamo pronti ad una collaborazione piena che riteniamo sarà proficua per gli atleti, per la città, per le Terme. Da tanto tempo, non capitava l’occasione di illustrare i benefici delle nostre acque di fronte a trecento medici».

INTANTO l’atmosfera di allegria e partecipazione riempie la città. In centro, tra i gruppi di atleti, quello proveniente da Fano: «Noi ci dedichiamo all’equitazione – racconta Ilaria, atleta Special – oggi siamo stati al Sesana. E’ sempre tanto bello il contatto con i cavalli». Mirco è un campione, è molto festeggiato, ma tutti ripetono in coro anche che l’importante in Special Olympics è partecipare. Simone ci parla di Montecatini: «Vogliamo dire ai montecatinesi che siamo contenti di essere qui – esclama – perché la città è bella». Un altro gruppo di atleti Special percorre viale Verdi al ritmo del battito di mani: vengono dalla Sardegna; hanno inventato cori personalizzati e riempiono di allegria le strade nel tardo pomeriggio: «Facciamo nuoto, calcio a 5 e bocce». Dall’altra parte di viale Verdi la Sicilia con Termini Imerese: «Facciamo basket integrato – spiega Agostino Moscato – siamo di un’associazione Aipd Termini Imerese. Due nostri ragazzi fanno giochi speciali. Abbiamo disputato la prima partita: l’impegno è stato massimo. Da mercoledì sarà ancora più grande, si giocherà sul serio». Poco più avanti, da Nole (Torino) Natalina Raglia, presidente di Asd Muoversi Allegramente Onlus ricorda: «Di solito facciamo otto discipline, allo Special ne facciamo cinque: nuoto, ginnastica, basket, bowling, atletica».