La nuova Esselunga aprirà nel 2020
La nuova Esselunga aprirà nel 2020

Montecatini 14 marzo 2019 - «Apertura del nuovo supermercato Esselunga di Montecatini prima di Pasqua 2020 e 120 assunzioni». E’ stata di grande attualità la riunione promossa dai Rotary Pistoia-Montecatini Terme e Pistoia-Montecatini «Marino Marini» con due rappresentanti di primo piano di Esselunga. Giovanni Maggioni fino a un anno fa ha ricoperto la carica di vicepresidente nella società e l’ingegnere Vittorio Cocchi ha diretto i lavori a Pistoia e li dirige ora anche a Montecatini.
Proprio a margine dell’interessante conferenza di Maggioni, Cocchi ha fornito alcune anticipazioni sull’edificio che sta sorgendo in via Gentile.

 

L’investimento di Esselunga si aggira su 40-50 milioni per una struttura di 3500 mq con due livelli di parcheggio sotterraneo. Le assunzioni dovrebbero essere circa 120 e l’apertura è prevista prima di Pasqua 2020. Maggioni ha ringraziato i presidenti dei due club – Marco Marino Merlo e Davide Ferretti – e ha evidenziato che dallo scorso anno non è più vicepresidente di Esselunga al compimento del suo 80° compleanno: «Ho lasciato tutte le cariche nel gruppo tranne quella di consigliere delegato nella holding Supermarkets Italiani. Nella mia permanenza di oltre 57 anni in Esselunga, mi sono interessato un po’ a tutta la gestione aziendale, ma il mio principale compito è stato quello di sviluppare l’azienda con nuovi punti vendita e nuovi posti di lavoro, come a Pistoia e Montecatini”.

 

L’ex vicepresidente ha poi fornito una serie di dati sulla situazione attuale della grande distribuzione. A oggi i supermercati e superstore (formula creata da Esselunga nel 1988 e oggi copiata da tutta la grande distribuzione) in Italia assorbono circa il 50% dei consumi alimentari. Nei principali paesi europei solo la Grecia ha oggi un numero di botteghe (rapportato alla popolazione) superiore al nostro. La consistenza in Italia di tali piccoli esercizi è di circa 760mila botteghe e circa 182mila ambulanti.

 

In Italia nove grandi cooperative di consumo, raggruppate sotto l’insegna Coop, costituiscono la maggiore entità della grande distribuzione con un fatturato 2018 di oltre 13 miliardi di euro, circa 1200 punti vendita, oltre 55mila addetti. Conad, aderente alla Lega Cooperative, costituisce la seconda azienda italiana della grande distribuzione, mentre Esselunga segue con un fatturato 2018 di 8 miliardi di euro dando impiego stabile ad oltre 23mila persone.