Strade ko: vertice in Prefettura con i Comuni

Strade ko: vertice in Prefettura con i Comuni
Strade ko: vertice in Prefettura con i Comuni

Sono 7 le strade comunali chiuse dall’ordinanza del Comune di Pontremoli per i danni provocati dal maltempo: le vie frazionali di Vignola località Canà, Arzelato a Teriola che conduce a Colle D’Aquila, Casalina (cimitero), Gravagna che conduce alla SS62 della Cisa in località Vallingasca, Montelungo per Valfondia, Montelungo per Camponato, Grondola per Succisa Villavecchia. "Occorre ripristinare al più presto la viabilità interrotta per le criticità che si sono presentate negli ultimi giorni, garantendo quindi l’apertura nel più breve tempo possibile delle strade che, con ordinanza contingibile e urgente, abbiamo provveduto a chiudere" dice il sindaco Jacopo Ferri, che sottolinea i danni a livello idrogeologico in numerose frazioni.

"La nostra è una realtà appenninica e le violente precipitazione dei giorni scorsi hanno provocato cospicui danni, soprattutto nei paesi più a monte – aggiunge –. Occorre contrastare quello che oramai rappresenta un grande problema per tutti i territori, ossia lo spopolamento montano. Risulta di fondamentale importanza garantire la sicurezza logistica, i collegamenti e la viabilità che collega Pontremoli a tutte le sue frazioni. E non si può non pensare che la stragrande maggioranza di chi abita quei luoghi, è la fascia d’età anziana, tra le più delicate della popolazione. Abbiamo già effettuato diversi interventi in somma urgenza, e altri dovremo affrontarli. Inutile sottolineare come problemi di questa entità rappresentino per un Comune come il nostro, un danno anche a livello economico di grande valore". Il sindaco ha quindi scritto al Prefetto chiedendo che Pontremoli sia inserito nell’elenco dei Comuni che hanno subito danneggiamenti dalla tempesta Ciaran, in modo da intervenire nei tempi più brevi possibili e garantire a tutti i cittadini la sicurezza necessaria sia in termini di viabilità che di manutenzione. Per fare il punto sulla situazione un incontro è già stato fissato in Prefettura con i Comuni lunedì mattina.

Natalino Benacci