Le studentesse alla presentazione del "Campionato di giornalismo"
Le studentesse alla presentazione del "Campionato di giornalismo"

Massa, 7 dicembre 2018 - C’era una bella aria di festa, ieri mattina nella sala consiliare del Comune di Massa. L’insolita atmosfera era dovuta alla presentazione del “Campionato di Giornalismo” l’iniziativa che quest’anno vede alla partenza alunni e docenti di ben 14 scuole medie della nostra provincia più le ragazze dell’Istituto penale minorile di Pontremoli. In sala c’erano quasi cento ragazzi, in prevalenza alunni delle scuole massesi, ed una delegazione proprio dell’Ipm. La pioggia aveva ovviamente sconsigliato di fare avanti/indietro dalla Lunigiana e da Carrara. Seduti al tavolo della presidenza, c’erano Marzio Pelù, caposervizio della redazione Massa Carrara Lunigiana de “La Nazione” e Andrea Luparia, responsabile dell’edizione provinciale del “Campionato”. La prima a prendere la parola, nella veste di padrone di casa, l’assessore all’Istruzione Nadia Marnica. Dopo aver ringraziato il nostro giornale, ha definito il “Campionato” «un patto intergenerazionale tra i giornalisti professionisti e i ragazzi che sono i lettori del futuro e chissà, anche qualche giornalista».

Poi ha parlato Andrea Musso, socio Conad che ha ricordato l’attenzione rivolta da Conad a questa attività soffermandosi poi sulle microimprese che, sul territorio, stanno prendendo il posto, almeno in parte, dei grandi gruppi che in questi anni sono andati via. Presenti con lui per il Conad anche Sergio Andreoni e Giovanni Bardine. A nome del Rotary, la presidente Pina Bigini ha ricordato l’attività di volontariato svolta dal Club Marina di Massa Riviera Apuana del Centenario e la necessità di fare attività fisica «perchè il benessere fisico è fondamentale per avere un rapporto sereno tra uomini. Dai disturbi alimentari speso nascono disturbi sociali». Presenti per il Rotary anche Leonardo Nicodemi, Fabrizio Pucci e il prossimo presidente Salvatore Cassata. A nome dell’Aci, Mirca Pollina (presente anche il direttore Umberto Rossi) ha ricordato che i problemi della strada non si concludono con la tragica conta degli incidenti. «Bisogna parlare delle regole per la convivenza civile nel traffico. Ma è interessante anche parlare dei campioni di rally che abbiamo nel nostro territorio». Poi ha parlato Mario Abrate, direttore dell’Ipm, ricordando l’importanza che queste attività hanno per le ragazze del carcere:

«Noi dobbiamo evitare di chiuderci in noi stessi e il “Campionato” è l’attività che svolgono più volentieri». A sorpresa, alla fine è arrivato il sindaco di Massa Francesco Persiani, per un saluto breve ma incisivo: «Ragazzi, crescendo mantenetevi puri, integri, con la capacità di guardare le cose fuori dagli schemi. Proprio come siete ora».