Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

"Fondamentale avere un gruppo di giovani"

Lucchese: mister Pagliuca sa che occorrono under sia per il minutaggio che per affrontare un campionato faticoso come quello di serie C

Se nel prossimo campionato i calciatori nati nel 1999 non saranno più “under“, ma passeranno tra gli “over“, senza fare minutaggio, che dà diritto, alla fine di ogni stagione, di partecipare alla spartizione dei contributi federali, alla Lucchese si apre un problema per quanto riguarda il reparto difensivo, che attualmente è composto da quasi tutti “over“: Coletta, Cucchietti, Nannini, Bellich, Corsinelli, Bachini e mettiamoci anche Papini. Il solo “under“ è il lucchese Quirini, nato peraltro nel 2003.

Ecco perché è molto probabile che Bellich possa essere ceduto, ma in cambio di una adeguata contropartita economica. Dunque la società dovrà inevitabilmente cercare sul mercato altri 3-4 giovani difensori. Perché la strategia è simile a quella della scorsa stagione: avere sul terreno sempre 4 “under“, se non 5 come è capitato in alcune occasioni.

A centrocampo il solo giocatore al momento in quota è Visconti (classe 2000), perché Tumbarello è un “fuori quota“. Un secondo giovane potrebbe essere Frigerio (classe 2001), se però sarà rinnovato il prestito con il Milan. In prima linea, in organico, per ora, c’è il solo Semprini, che è un “over“. Se questa è la situazione, è ovvio che tutte le attenzioni della società siano rivolte sull’ingaggio di “under“, da sistemare in tutti e tre i reparti.

Giovani che gli osservatori rossoneri stanno visionando in occasione delle finali del campionato Primavera e che in genere sono in forza a squadre di serie A e B. "Per completare al meglio la squadra per la prossima stagione e proseguire nel percorso di crescita - ha spiegato Guido Pagliuca (nella foto) - è fondamentale avere un gruppo di giovani pronti, sia sotto l’aspetto tecnico che agonistico, per reggere un campionato faticoso come quello di serie C. La scelta è tutt’altro che semplice, ma sono fiducioso che i rapporti instaurati dal “direttore“ con i club della massima serie, portino a Lucca ragazzi motivati, seri, disposti a lavorare sodo, un po’ come hanno fatto quelli della passata stagione, che sono stati veramente splendidi ed è stato grazie al loro costante impegno e sacrificio che è stato raggiunto l’obiettivo dell’ottavo posto". Intanto il diesse Deoma ha in programma in questo week-end alcuni incontri con i dirigenti di Milan, Atalanta ed Empoli. E l’argomento sarà sempre lo stesso: i giovani.

La prossima settimana, infine, dovrebbero essere sciolti i “nodi“ che riguardano i contratti in scadenza di Minala e Belloni. La società è disposta ad offrire a entrambi un biennale e nel caso di Belloni a ritoccargli anche l’ingaggio percepito lo scorso anno. Ripetiamo la sensazione: non dovrebbero esserci problemi per il rinnovo del centrocampista camerunense, grande incertezza sull’esito della trattativa di Belloni, corteggiatissimo.

Infine due notizie di mercato. Cambiano le panchine di Cesena e Lecco, lasciate libere rispettivamente da Viali e De Paola. Paolo Giovannini è il nuovo generale manager dell’Arezzo, che punta a tornare tra i professionisti.

Emiliano Pellegrini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?