Idea Pieroni, salto in alto e Matteo Oliveri, salto con l’asta, in finale ai campionati europei under 20 in corso di svolgimento a Tallin. L’atleta barghigiana, seguita dal tecnico federale Stefano Giardi e da poco in forza al Gs Carabinieri, tornerà in pedana per la finale domani alle 14.35, ora italiana, mentre Matteo Oliveri, allenato da Mario Botto, gareggerà alle 16,10. Non era mai successo prima che due giovani atleti della Virtus Lucca raggiungessero contemporaneamente un risultato così importante e...

Idea Pieroni, salto in alto e Matteo Oliveri, salto con l’asta, in finale ai campionati europei under 20 in corso di svolgimento a Tallin. L’atleta barghigiana, seguita dal tecnico federale Stefano Giardi e da poco in forza al Gs Carabinieri, tornerà in pedana per la finale domani alle 14.35, ora italiana, mentre Matteo Oliveri, allenato da Mario Botto, gareggerà alle 16,10.

Non era mai successo prima che due giovani atleti della Virtus Lucca raggiungessero contemporaneamente un risultato così importante e prestigioso in maglia azzurra. I due saltatori, convocati dal vicedirettore tecnico per il settore giovanile, Antonio Andreozzi e inseriti nel team azzurro che rappresenta l’Italia nella competizione europea, hanno entrambi centrato una qualificazione storica che ripaga sia i due atleti con i rispettivi tecnici, sia la società, da sempre concentrata sulla crescita dei giovani. Il primo a scendere in pedana per la gara di qualificazione è stato Oliveri che, con l’ottima misura di 5.10, ha strappato il pass per la finale. Poco dopo è stata la volta di Idea Pieroni che è riuscita a centrare quell’1.84 che le vale il primato personale stagionale, legato alla consapevolezza di poter fare ancora meglio in finale.

Grande soddisfazione, intanto, per il secondo dei due test event organizzati dalla Virtus Lucca che, dopo oltre due anni di assenza, ha riportato a Lucca l’atletica leggera attraverso due manifestazioni ben riuscite, sulla pista rinnovata del campo "Martini" che può finalmente ospitare ogni genere di competizione. Nel biathlon "Ragazzi" bravi Alessandro Vanni e Federico Serafini nel salto in alto entrambi con 1.25 mentre nel salto in lungo primo Gioele Pellicci con 4.15 e terzo con 3.97 Francesco De Carlo, terzo anche nella classifica generale. Fra le "Ragazze", quarta e quinta nel salto in alto, rispettivamente, Nicola Trzos e Alice Albiani, entrambe con 1.20; mentre, nel salto in lungo, seconda Alice Albiani con 4,07. La classifica generale vede seconda Gaia Simi e quarta Sara Paterni.

Nei 300 "Cadetti", terzo Marco Pardini. Tra le donne sesta posizione per Bianca Pelini e settima per Elena Abetini. Nei 200 maschili in evidenza Pietro Faraggiana e Nassim Moraytel, entrambi terzi in 23”14. Nella stessa gara femminile, settima Giulia Sabò, dodicesima Clarice Gigli; dietro le due "Allieve": Diana Amabile e Francesca Marchetti. Nei 3000 maschili buoni risultati per gli "juniores" Tomas Tei e Paolo Marsili e per l’"allievo" Leonardo Quilici. Nei 3000 femminili bene Marina Senesi. Nei mille metri "Cadetti", buon tempo per Federico Ascareggi e Martina Boschi.