Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

Dimissioni choc di Incerti "Situazione insostenibile"

Serie D: lascia la guida tecnica della squadra. In panchina va il vice Landi "Un mese prima del derby mi era stata comunicata la mia non riconferma"

Alla fine le dimissioni di Massimiliano Incerti (nella foto a sinistra) da allenatore del Seravezza Pozzi sono arrivate... anche se con qualche giorno di ritardo. Domenica non era in panchina a Rimini per febbre ma ieri mattina ha deciso di non sedercisi più su quella panchina, che adesso la società verdazzurra ha affidato al vice Avio Landi (a destra) per le ultime due giornate di campionato che per i seravezzini non ha più nulla da dire.

"Quest’estate sono stato chiamato ad allenare la Juniores del Seravezza e con grande voglia di fare ho accettato, entrando in punta di piedi all’interno della società – ripercorre la sua annata il tecnico uscente – poi a dicembre ho ricevuto la chiamata del presidente Vannucci che mi chiedeva di assumere le redini della prima squadra esprimendo lui davanti a dirigenti e giocatori il progetto di un percorso duraturo, credendo nelle mie capacità e concordando gli obiettivi principali da portare a termine in stagione: mantenimento della categoria e valorizzazione dei giovani. Il mio arrivo è coinciso con la partenza di Podestà e Saporiti ma assieme ai miei collaboratori abbiamo iniziato un percorso strategico strutturato. Il mio esordio è coinciso coi match contro Aglianese, Rimini e Athletic Carpi portando a casa 2 pari e 1 vittoria. Dopo lo stop natalizio, insieme al ds Vitaloni, si è intervenuti sul mercato rinforzando la squadra con l’arrivo di quote per garantirmi una fisionomia tecnica diversa dalla precedente impostata con l’allenatore Ruvo che io ero stato chiamato a sostituire. Questi giovani innesti sono poi spesso risultati fondamentali ai fini del risultato". "Nonostante la piena fiducia del presidente però avvertivo nell’aria un “matrimonio” non totale con la dirigenza che nonostante il buon andamento in campionato non ha fatto altro che palesarsi giorno dopo giorno – rivela il carrarino Incerti – la squadra aveva 19 punti al mio ingresso. E al momento della vittoria nel derby 45, a 9 giornate dalla fine con raggiungimento assai anticipato della matematica salvezza che mi era stata chiesta come obiettivo principale. E ci tengo a precisare che mi era già stato comunicato un mese prima del derby la mia non riconferma nella prossima stagione. Nonostante ciò io ho continuato a portare avanti il mio lavoro con estrema professionalità. Ma la situazione, alla luce di scelte societarie già fatte da tempo per la prossima annata, si è fatta insostenibile per me. Purtroppo per quanto mi riguarda non ci sono più i presupposti per continuare a sedere sulla panchina del Seravezza Pozzi. Quindi rassegno in maniera tassativa le mie dimissioni. Sono dell’idea che il calcio sia fatto di uomini e di rispetto. Ci possono essere vedute differenti ma il rispetto, per ciò che mi riguarda, viene prima di qualsiasi ogni altra cosa. E attualmente non ho più le motivazioni per rimanere in un ambiente con altre vedute ed un programma già pianificato per il futuro".

Dunque nelle prossime due gare, che il Seravezza giocherà domenica 15 maggio in casa contro il GhiviBorgo (allenato proprio da quel Walter Vangioni che nella prossima stagione è il principale indiziato per il ritorno alla guida) e poi nell’ultima giornata il 22 maggio a Carpi, sarà guidato da Landi che aveva fatto il secondo prima a Ruvo e poi ad Incerti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?