Riqualificazione area ex Fornace. Approvato il primo lotto del progetto

Questa prima parte si concentra sulla porzione situata lungo il margine settentrionale del lago

Riqualificazione area ex Fornace. Approvato il primo lotto del progetto

Riqualificazione area ex Fornace. Approvato il primo lotto del progetto

Sono serviti due anni, ma adesso ci sono passi avanti per la riqualificazione dell’area dell’ex Fornace, acquisita dal Comune all’asta a giugno del 2022. L’amministrazione comunale di Porcari ha approvato il primo dei due lotti del progetto di fattibilità tecnica ed economica, quello che punta a restituire alla comunità il lago e i suoi percorsi. Siglato dall’architetta Elisa Gaggini, a nome di un gruppo di professionisti, il progetto sviluppa il masterplan generale per il recupero dell’intera area, già approvato dalla giunta lo scorso febbraio. Questo primo lotto si concentra sulla porzione situata lungo il margine settentrionale (tra via dei Galgani e via Barsotto) e comprende sia lo specchio d’acqua sia il terreno piano immediatamente contiguo, che si estende verso la collina in direzione est.

"L’approvazione in linea tecnica del progetto – dice il sindaco, Leonardo Fornaciari – non significa l’inizio dei lavori domani, ma rappresenta comunque un significativo avanzamento per restituire ai porcaresi gli spazi verdi dell’ex Fornace, divenuta patrimonio pubblico due anni fa. Per un’amministrazione poter contare su un progetto nel cassetto ‘con tutti i crismi’ significa poter intercettare con maggiore agilità tutte le opportunità di finanziamento che si profileranno d’ora in avanti. Un atto concreto, di visione, che conferma la volontà di investire in un futuro più verde, sostenibile e coeso".

L’intervento prevede un edificio per i servizi igienici, fondamentale per garantire il comfort dei visitatori, e un percorso ciclo-pedonale ad anello, in parte in ghiaia, che segua il profilo del lago esistente.

La connessione dei percorsi interni sarà migliorata attraverso passerelle pensili. Sarà inoltre costruita una piazza in cemento lavato con due gradinate lungo lago: una vera e propria arena per eventi pubblici all’aperto. Il progetto include inoltre diverse scelte per valorizzare la fruizione dell’area: un doppio accesso carrabile ed un accesso ciclo-pedonale da via Barsotto, elementi di arredo in prossimità degli argini ovest e nord, aree attrezzate per la sosta di auto, moto e biciclette. Verrà incrementato il patrimonio arboreo e la biodiversità. Infine, sarà realizzato un impianto elettrico di servizio e un sistema di illuminazione dei percorsi e del parco. Il computo preliminare di spesa è pari a un milione e 670mila euro.

Massimo Stefanini