Puccini incanta anche gli Azzurri. Nuovo concerto su arie pucciniane. Omaggio al presidente Gravina

Anche ieri prima della partita d’esordio dell’Italia contro l’Albania sono risuonate alcune arie del Maestro. E la Fondazione Puccini di Lucca ha donato una statuina "Puccini Pop" azzurra al numero uno della Figc.

Puccini incanta anche gli Azzurri. Nuovo concerto su arie pucciniane. Omaggio al presidente Gravina

Puccini incanta anche gli Azzurri. Nuovo concerto su arie pucciniane. Omaggio al presidente Gravina

La musica da sempre riesce a infondere la giusta carica emotiva, in special modo quando si tratta di competizioni sportive. E se a volte siamo abituati ad ascoltare musiche e canzoni del momento, per così dire contemporanee, a Casa Azzurri la Figc e la Nazionale italiana di calcio impegnata ieri sera per la prima partita degli Europei in Germania contro l’Albania hanno scelto anche brani forse meno consueti per una partita di calcio, ma che hanno regalato momenti davvero magici grazie ad alcuni brani delle memorabili opere pucciniane.

L’ennesimo omaggio – stavolta legato ad una competizione sportiva – in occasione del centenario della morte di un genio della lirica quale Giacomo Puccini. Merito anche della Fondazione che porta il suo nome e rappresentata a Casa Azzurri a Iserlohn da Luigi Viani. La Fondazione Giacomo Puccini di Lucca ha inoltre omaggiato il presidente della Figc Gabriele Gravina di una statuina "Puccini Pop", ovviamente azzurra. Il presidente della Fondazione Giacomo Puccini di Lucca nonché sindaco, Mario Pardini, e tutto il Cda ringraziano la Fgci per la disponibilità prestata e per l’ospitalità che ha voluto riservare a Casa Azzurri, segno tangibile di collaborazione tra eccellenze italiane.

Nella piazza del Comune di Iserlohn, il giorno dell’inaugurazione di Casa Azzurri alle 19, venerdì sera alle 21.45 e poi naturalmente ieri alle 17.30 ecco che sono risuonati alcune arie delle straordinarie opere di Giacomo Puccini: da “Gianni Schicchi“ "O mio babbino caro", da “Tosca“ "Recondita armonia", da “Boheme“ "Valzer di Musetta", da “Turandot“ – manco a dirlo – "Nessun dorma": ad interpretarle, il soprano Ilaria Alida Quilico e il tenore Carlo Raffaelli accompagnati al pianoforte da Arianna Presepi.

"La Fondazione Giacomo Puccini di Lucca - afferma Mario Pardini - , interpretando il comune sentire di tutte le istituzioni pucciniane del territorio, in occasione del centenario della morte del Maestro e del recente riconoscimento dell’opera lirica come patrimonio Unesco è lieta di presentare quattro arie del Maestro Giacomo Puccini". Arie che hanno avuto un pubblico d’eccezione in questi giorni quali i giocatori della Nazionale azzurra di calcio impegnata in questo Europeo e naturalmente il commissario tecnico Luciano Spalletti.

Non sono mancati poi i rappresentanti istituzionali dal momento che per l’inaugurazione di Casa Azzurri a Iserlohn, tra gli altri, era presente Antonio Tajani, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale mentre venerdì è stata la volta del Ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida: entrambi hanno seguito anche il piccolo concerto di arie pucciniane. Ieri invece ospite di Casa Azzurri è stato Il Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi.

Cris. Cons.