Marco Corsolini durante un time-out
Marco Corsolini durante un time-out
Il giorno dopo la grande impresa contro la RMB Brixia Basket, in casa CA Cestistica Spezzina non c’è tempo per festeggiare. Perché, passato il recupero infrasettimanale contro la vicecapolista, culminato con la vittoria per 76 a 71, c’è da pensare ad un nuovo impegno: domenica al PalaSprint – impianto che sostituirà il PalaMariotti, momentaneamente...

Il giorno dopo la grande impresa contro la RMB Brixia Basket, in casa CA Cestistica Spezzina non c’è tempo per festeggiare. Perché, passato il recupero infrasettimanale contro la vicecapolista, culminato con la vittoria per 76 a 71, c’è da pensare ad un nuovo impegno: domenica al PalaSprint – impianto che sostituirà il PalaMariotti, momentaneamente indisponibile, anche se la gara sarà sempre a porte chiuse – andrà in scena l’ultima partita della regular season contro Il Palagiaccio Firenze.

"Mi sono messo subito a studiare i nostri prossimi avversari – spiega coach Corsolini - : sarà un incontro importantissimo, perché se vinceremo saremo qualificati automaticamente ai play off". Si va avanti, quindi, cercando la continuità con le ultime due prestazioni: la prima, contro Brescia, culminata con la vittoria, la seconda contro la capolista Faenza con un’onorevole sconfitta maturata a fine incontro.

"Guardando a mercoledì sera, peccato per l’ultimo quarto – commenta coach Marco Corsolini – sapevamo che sarebbero rientrate e abbiamo regalato tre palle perse; inoltre, sapevamo avremmo dovuto far maggior attenzione, soprattutto in attacco. Inoltre, loro sono una squadra che quando inizia a tirare da tre, va avanti implacabile. Comunque, resta l’unico neo di una partita tecnicamente dominata, che avrebbe dovuto esser vinta di dieci". La preparazione continua: meno 5vs5, spiega il tecnico, più lavoro tattico e fisico, più leggero su quest’ultimo piano, ma non dal punto di vista mentale.

"Non parlo mai delle singole, ma vorrei farlo per la prova di Diletta Moretti, classe 2003, che dopo 16 minuti contro Faenza ne ha giocati 5 contro Brescia con incredibile maturità" conclude il coach. In attesa dei recuperi da fare, per guardare ai play off, posticipati al 12 maggio.

Chiara Tenca