Affido Atc, dubbi sulle offerte. Perplessità Cisl su un’impresa: "Ha difficoltà in altri appalti"

Masinelli getta acqua sul fuoco: "Commissione all’opera, saranno fatti adeguati controlli"

Un mezzo Atc

Un mezzo Atc

La Spezia, 22 febbraio 2024 – Cautela e fiducia nell’operato della commissione di esperti chiamata a giudicare le offerte presentate dai consorzi per ottenere l’appalto dei servizi che l’azienda Atc ha esternalizzato. Una commessa importante per la quale concorrono due distinti raggruppamenti di imprese ma proprio su una delle aziende interessate si è sollevata una polemica.

La Trotta Bus di Roma infatti, accorpata alla Autoservizi Riccitelli di Latina nella gara indetta da Atc per la cessione di una fetta del servizio per i prossimi cinque anni, si è vista revocare dal sindaco di Roma l’appalto delle linee periferiche della Capitale per mancanza di requisiti in merito alla trasparenza. Nello specifico sembrerebbero di natura economica i problemi reali e in particolare nel pagamento degli stipendi ai dipendenti.

Insomma una situazione che, alla vigilia della valutazione delle offerte per la cessione della commessa milionaria da parte dell’azienda trasporti spezzina, ha fatto suonare un precauzionale campanello d’allarme dal parte del sindacato. In particolare i dubbi sulla cordata che vede interessata proprio l’azienda Trotta sono stati sollevati da Mario Bonafiglia e Angelo Salfa di Tpl Fit-Cisl. "Non parteggiamo per nessuna delle due cordate – specificano – ma, considerato che Atc Esercizio nel suo diritto ha pensato bene di non avere nessun confronto con le organizzazioni sindacali, siamo al momento preoccupati per chi sta concorrendo. In particolare la società Trotta Spa si trova in grosse difficoltà in diversi appalti gestiti. Nella speranza di essere smentiti al momento non possiamo che condividere le paure ed i timori dei lavoratori coinvolti. Chiediamo vengano fatti tutti gli approfondimenti necessari perchè chi lavora nei servizi in appalto di Atc Esercizio possa continuare a farlo con la stessa serenità e tranquillità di oggi". Stanno alla finestra invece Cgil e Uil, che attendono l’esito della gara prima di prendere posizioni limitandosi a ribadire la necessità del rispetto degli obblighi inseriti nel bando prima di ulteriori valutazioni.

Anche il direttore generale Atc Francesco Masinelli resta sulle procedure dell’appalto. "Intanto è bene chiarire – ribadisce – che è al lavoro una commissione composta da cinque esperti che valuteranno attentamente la posizione delle aziende partecipanti alla gara. L’azienda ha intanto cercato di garantire una partecipazione ampia e qualificata indicando precisi punti da rispettare per l’affidamento del servizio, tra questi la salvaguardia dei posti di lavoro. Sulle altre situazioni si faranno adeguati controlli intanto però occorre attendere l’assegnazione del servizio".

Massimo Merluzzi