Con la trasferta di domenica in Sardegna dove i biancorossi di mister Magrini affronteranno l’Olbia si conclude il girone d’andata. Il Grosseto, dopo la brutta sconfitta casalinga con la Pistoiese, al Grosseto, resta ancora in zona play-off con 25 punti e adesso ha la possibilità di un pronto riscatto anche se c’è da dire che la squadra sarda, dopo un inizio di campionato negativo, sta risalendo la china e con i suoi 19 punti si trova al limite della zona play-out. Domenica scorsa l’Olbia ha strappato un punto importante in casa del Novara. Tra i sardi c’è il recupero di Belloni mentre lavora a parte Dalla...

Con la trasferta di domenica in Sardegna dove i biancorossi di mister Magrini affronteranno l’Olbia si conclude il girone d’andata.

Il Grosseto, dopo la brutta sconfitta casalinga con la Pistoiese, al Grosseto, resta ancora in zona play-off con 25 punti e adesso ha la possibilità di un pronto riscatto anche se c’è da dire che la squadra sarda, dopo un inizio di campionato negativo, sta risalendo la china e con i suoi 19 punti si trova al limite della zona play-out. Domenica scorsa l’Olbia ha strappato un punto importante in casa del Novara. Tra i sardi c’è il recupero di Belloni mentre lavora a parte Dalla Bernardina; ancora out Gagliano.

Ciolli (auguri al capitano biancorosso per le sue 100 partite disputate con la casacca biancorossa soltanto in gare di campionato) e compagni, dunque, sono chiamati ad una prova impegnativa nella quale potrebbero confermare le caratteristiche di squadra corsara come hanno dimostrato di essere in questa prima parte di torneo. Ieri il tecnico ha fatto disputare una seduta di allenamento soltanto mattutina mentre oggi sono in programma esercitazioni sotto l’aspetto tattico. Molta attenzione sarà rivolta agli schemi con palla inattiva, situazione questa che si sta dimostrando un autentico tallone d’Achille per la difesa biancorossa: pare assurdo, ma la maggioranza dei gol subìti dal portiere Barosi sono scaturiti da calci da fermo. La seduta odierna, poi, si concluderà con una partitella anche per vedere all’opera il nuovo arrivato Davide Merola il quale potrebbe essere pronto per il debutto contro l’Olbia. Ieri è arrivata, da parte della società biancorossa, l’ufficialità della conclusione della trattativa. Il giocatore, di proprietà dell’Empoli, in questa stagione ha disputato la prima parte di campionato con la maglia dell’Arezzo. Trequartista rapido, di piccola statura, di scuola Inter, può giocare sia anche come seconda punta. Con la maglia dell’Empoli in inizio di stagione ha segnato due gol in Coppa Italia. Nel suo curriculum anche l’esordio in Europa League con la maglia dell’Inter oltre a diverse presenze nel campionato Primavera, nella Uefa Youth League e con la maglia della Nazionale under 17. Suo procuratore Mino Raiola.

Oggi, inoltre, dovrebbe presentarsi alla corte di mister Magrini il giovane portiere Niccolò Chiorra, classe 2001, proveniente dalla Primavera della Fiorentina: due nuovi tasselli della società biancorossa in questa settimana di mercato. Per quanto riguarda lo schieramento che scenderà in campo contro l’Olbia appare scontato qualche cambiamento rispetto all’undici messo in campo contro la Pistoiese. Sulla linea difensiva dovrebbe rientrare Polidori sulla corsia di destra con il conseguente spostamento di Raimo a sinistra; nella zona nevralgica del centrocampo Vrdoljak appare ancora molto lontano da quella condizione fisica che lo aveva visto protagonista in apertura di campionato per cui al suo posto potrebbe rientrare Fratini che ha sempre dato prestazioni soddisfacenti. Nel reparto offensivo, abbiamo detto, potrebbe esserci il debutto di Merola anche se ci sono alcuni giorni per la scelta definitiva.