Grosseto, 10 aprile 2018 - Ogni anno, a Santa Fiora, si rinnova una tradizione autentica e emozionante: gli abitanti aprono le porte di case, cantine, fattorie a gruppi spontanei di musicisti e cantori popolari che offrono canti e serenate, contrasti in ottava rima e stornelli in cui spesso si annidano pungenti allegorie e temi di forte impatto sociale, in cambio della proverbiale ospitalità Amiatina. Questo è il punto di partenza da cui nasce Canta Fiora: raccontare il tradizionale amore per la musica che anima l'incantevole borgo grossetano da fine aprile agli inizi di maggio, rendendo ancora più emozionante questa tradizione locale grazie alla presenza di artisti noti. Il Coro dei Minatori di Santa Fiora, da anni ambasciatore dei valori di questa terra, farà da padrone di casa dell'evento e accoglierà turisti, viandanti e nomi noti della scena musicale italiana. I primi ad aver confermato la propria presenza sono Gnut, Rossoantico, Peppe Voltarelli, Quartetto Euphoria, Simona Sciacca, Briganti di Maremma, Pici Gnoranti, Gruppo Folkloristico di San Rocco, Banda del Torchio, le Donne di Magliano, Francesca Magdalena Giorgi, Adrian Kaye e alcuni tra i migliori poeti dell’ottava rima. La manifestazione sarà anche una straordinaria occasione di coinvolgimento territoriale con la partecipazione fattiva, nell’ambito del progetto alternanza scuola – lavoro, di centinaia di studenti delle scuole secondarie superiori, impegnati nelle differenti fasi della produzione.