Santa Fiora dal Consiglio al tribunale. Ciaffarafà vince in Cassazione

Nuovo verdetto a favore dell’esponente azzurro dopo le sue dichiarazioni sul "voto di scambio"

Santa Fiora dal Consiglio al tribunale. Ciaffarafà vince in Cassazione

Santa Fiora dal Consiglio al tribunale. Ciaffarafà vince in Cassazione

Oggi coordinatore amiatino di Forza Italia, Riccardo Ciaffarafà in passato ha ricoperto la carica di consigliere di minoranza e proprio in quella veste, aveva affermato in Consiglio comunale a Santa Fiora, (rispetto alle elezioni 2014), a nome del gruppo che rappresentava che " non riconosceva la loro vittoria (di Balocchi, Ndr.) perché, probabilmente, si basava anche su un voto di scambio". Quelle parole mandarono su tutte le furie il sindaco Federico Balocchi (che è stato riconfermato primo cittadino anche nell’ultima tornata elettorale) tanto che insieme ad altri consiglieri di maggioranza decisero di querelare Ciaffarafà. Dopo essere stato condannato a Grosseto dal giudice De Vincenzi, Ciaffarafà è stato assolto 9 anni dopo dalla Corte d’Appello di Firenze: "Si sottolineava nella sentenza – spiega Ciaffarafà – come a Santa Fiora ci fossero state situazioni per le quali ‘lo scambio’ fosse potuto avvenire, come un concorso ritirato, affidamenti a ditte in maniera diretta prima delle elezioni, un presidente di seggio madre di un candidato Pd e dunque de facto le elezioni fossero state falsate. Balocchi – continua Ciaffarafà – ha fatto ricorso anche in Cassazione, solitario e senza speranza, perdendo e condannato alle spese. Ho vinto anche in Cassazione". Una vicenda che per Ciaffarafà è tutta politica, trasformata da Balocchi in una vicenda personale. "Forse ha pensato di schiacciarmi col peso di denunce e querele alla persona: ma non ho arretrato e non intendo arretrare di un centimetro, ha bussato all’indirizzo sbagliato". Una vittoria, questa di Ciaffarafà che renda appena meno amara la "sconfitta" politica avvenuta alle ultime elezioni amministrative. Il progetto politico appoggiato anche da Riccardo Ciaffarafà e che sosteneva la candidatura a sindaco di Jessica Ciaffarafà non ha potuto competere alle ultime amministrative perché escluso in fase di presentazione delle liste. Da quel momento l’ex consigliere si è impegnato promuovendo tra i suoi sostenitori il non voto nel tentativo di non far eleggere il sindaco Balocchi, alla guida dell’unica lista presentata a Santa Fiora. Strategia però che non ha funzionato.

Nicola Ciuffoletti