Pereta Jazz Club. Due serate di prestigio

La seconda edizione del "Pereta Jazz Club" a Magliano porta jazz di alta qualità nel cuore della Maremma. Organizzato dalla Fattoria Le Pupille, con patrocinio del Comune, offre anche un'offerta enogastronomica. Direzione artistica di Andrea Roventini. Evento oggi e domani con concerti di Mauro Grossi, Ares Tavolazzi e Lino Patruno Jazz Show.

Pereta Jazz Club. Due serate di prestigio

Pereta Jazz Club. Due serate di prestigio

È tutto pronto per la seconda edizione del "Pereta Jazz Club". L’evento è in programma oggi e domani e porta il jazz di grande qualità nel cuore della Maremma. Nato da un’idea della "Fattoria Le Pupille", è organizzato in collaborazione con la Proloco di Pereta e ha il patrocinio del Comune di Magliano. La direzione artistica è di Andrea Roventini, batterista di Tullio de Piscopo, della Formula Tre di Gabriele Lorenzi e di Katia Ricciarelli e dal 2004 Alfiere Europeo del Jazz Tradizionale di New Orleans. Quest’anno si aggiunge al programma musicale anche un’offerta enogastronomica con lo street food di Riccardo Ricci, detto il "Moto Macellaio", maestro delle tacos creative e delle carni di qualità dall’Antica Macelleria Cecchini, che si potranno degustare in abbinamento ai vini di Fattoria Le Pupille. Si inizia oggi alle 19 con l’AperiJazz a cura di Midian Jazz Trio, per proseguire, dalle 21, con il concerto di Mauro Grossi, Ares Tavolazzi (nella foto) e Andrea Roventini. Domani alle 21 sarà la volta del Lino Patruno Jazz Show. Lino Patruno, leggenda vivente del jazz italiano, è il fondatore nel 1954 della Riverside Jazz Band; negli anni Sessanta suona e incide con maestri della storia del jazz quali Albert Nicholas, Joe Venuti, Teddy Wilson e molti altri e lavora sul grande e piccolo schermo con Pupi Avati e Renzo Arbore e, in veste di attore, anche con Fellini. Patruno sarà accompagnato da una band di grandi musicisti: Gianluca Galvani (cornetta), Giorgio Cuscito (sax tenore), Silvia Manco (piano e voce), Light Palone (contrabbasso) e la partecipazione straordinaria di Andrea Roventini alla batteria.