La Festa di Halloween. Il centro storico si rianima nel segno di ‘Scherzetto o dolcetto’

Grande successo per la manifestazione fortemente voluta dal Comune in un clima di allegria e divertimento. Tanti gli eventi proposti.

La Festa di Halloween. Il centro storico  si rianima nel segno di ‘Scherzetto o dolcetto’

La Festa di Halloween. Il centro storico si rianima nel segno di ‘Scherzetto o dolcetto’

Grandissima partecipazione da parte dei grossetani alla festa di Halloween, che ha animato il centro storico cittadino dal pomeriggio fino alla sera per celebrare la notte più paurosa dell’anno. Un festival itinerante a tema, organizzato da Comune, Ccn con la collaborazione di Confesercenti a cui famiglie e bambini hanno partecipato mascherati per le vie del centro storico. Non sono passate inosservate le due streghe sui trampoli che hanno accompagnato l’evento per tutto il pomeriggio, intrattenendo soprattutto i più piccoli. Diavoli, streghe, scheletri, zucche sono solo alcuni dei costumi dei bambini, mentre più tenebrosi e paurosi quelli dei più grandi. Per le strade anche il primo cittadino di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il vicesindaco Bruno Ceccherini, presenti alla grande parata di apertura, che ha fatto tappa al Caffè Carducci, dove è stato allestito, per l’occasione, il banchetto di Campagna Amica con l’aggiunta del dj set che con la sua musica ha animato tutta la serata, augurando ai cittadini buon divertimento e buona festa di Halloween.

Tantissimi bambini si sono cimentati con la famosa frase "Dolcetto o scherzetto?" ponendo la domanda più famosa di Halloween ai titolari dei negozi del centro, ricevendo da loro la meritata ricompensa. Due grandi rappresentazioni teatrali hanno coinvolto il pubblico, formato da bambini ma anche da adulti in alcune piazze del centro storico. Giocolieri, acrobazie e musica dal vivo in piazza San Francesco, dove si è svolto lo spettacolo "Il circolo in valigia" di Gianluigi Capone mentre in piazza Dante di scena "Area 52", rappresentato dalla "Compagnia della settimana".

A Grosseto, paura e mistero sono andate a braccetto con la cultura, grazie alla partecipazione dei musei della città. Il Museo Archeologico della Maremma e di Arte Sacra non solo ha aperto gratuitamente le proprie porte (con la presenza di quasi mille persone), ma ha anche incantato tantissimi spettatori con lo spettacolo "D’Artagnan, il mago delle bolle" di Stefano Righi detentore di ben tre "Guinness dei Primati". Il Museo di Storia naturale ha invece organizzato il laboratorio "Buio e brividi: Una notte da pipistrelli!!", organizzato dalle guide per scoprire i segreti della natura e degli animali. Simboli della serata magica ovviamente i pipistrelli. Cena con menù a tema al Comix Caffè, che ha subito aderito all’iniziativa e parallelamente già dal pomeriggio, oltre sessanta persone hanno partecipato mascherati al Cosplay Contest. Un’iniziativa quella di Haloowen fortemente voluta dal Comune, finalizzata alla rivalutazione del centro storico, rendendolo allo stesso tempo protagonista e cornice di momenti di aggregazione e allegria collettiva.