"Delibera farlocca da ritirare"

Il consigliere Luca Aldi critica la delibera della Giunta di Orbettello che mira a tutelare gli amministratori da atti lesivi e diffamatori. Aldi ritiene che la delibera sia priva di valore giuridico e che sia stata emessa per impressionare i cittadini critici nei confronti dell'amministrazione. Chiede il ritiro immediato della delibera.

"Delibera farlocca da ritirare"
"Delibera farlocca da ritirare"

Luca Aldi (Azione) definisce farlocca la delibera con cui la Giunta ha deciso di agire in tutte le sedi competenti per tutelare l’immagine, la reputazione e l’onorabilità degli amministratori di fronte a qualsiasi atto lesivo e diffamatorio divulgato a mezzo stampa o sui social. Da qui la richiesta di Aldi di ritirare questa delibera. "Questa delibera – dice Aldi – non ha alcun valore giuridico. Infatti nessuna norma prevede un atto con tale contenuto. Oltretutto è stata dichiarata immediatamente eseguibile, come è previsto nei casi di urgenza, ma non si specifica di quale caso di urgenza si tratti. Inoltre non si capisce cosa in concreto debba fare il Settore segreteria per darne attuazione e ci immaginiamo il disorientamento del personale addetto che l’ha ricevuta".

Ma per Aldi la fretta con cui il sindaco la divulgata rivela la vera natura. "Si tratta – dice – di un monito ai cittadini, che stanno criticando l’operato dell’Amministrazione, tentando, goffamente, di impressionarli. L’urgenza è dettata dal fatto che ormai il torrente delle critiche è diventato un fiume in piena e la Giunta è in forte difficoltà, non riuscendo più a dare le risposte, non solo sulle questioni più importanti, quali il piano urbanistico e i grandi lavori pubblici, ma neppure riguardo al semplice decoro urbano". Poi Aldi ricorda che il sindaco Casamenti ha detto che " se l’offesa sarà fatta all’amministratore nell’esercizio delle sue funzioni, la denuncia sarà eseguita dal Comune per tutelare l’immagine dell’ente e il cittadino se la vedrà recapitare a casa con la richiesta di risarcimento danno a beneficio dell’ente". "Affermazioni – chiude Aldi – che non hanno alcun fondamento giuridico, che dimostrano lo stato confusionale della Giunta. La delibera va subito annullata e ritirata".

Michele Casalini