Savino Del Bene si ferma. Gara uno è dell’Eczacibasi

Scandicci si arrende al quinto: la qualificazione alle finali si decide al ritorno

Savino Del Bene si ferma. Gara uno è dell’Eczacibasi

Savino Del Bene si ferma. Gara uno è dell’Eczacibasi

ECZACIBASI ISTANBUL

3

SAVINO DEL BENE

2

ECZACIBASI DYNAVIT ISTANBUL: Özel (L2) n.e., Akoz (L1), Boskovic 31, Arici 9, Baladi?n 10, Gray 22, Erkek, Aydemir 3, Sahin 2, Stevanovic, Voronkova, Czyrnianska n.e., Yasemin n.e., Jack-Kisal 11. All.: Akbas F.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Alberti, Herbots 14, Zhu Ting 11, Ruddins 2, Di Iulio, Villani, Ognjenovic, Parrocchiale (L1), Armini (L2), Nwakalor 9, Washington n.e., Carol 10, Antropova 20, Diop 1. All.: Barbolini M.

Arbitri: Koen Luts (Bel) - Bernard Valentar (Svn).

Parziali: 23-25, 25-21, 24-26, 25-17, 15-10.

ISTANBUL - Gara-1 dei quarti di finale di Cev Champions League indigesta per la Savino Del Bene Scandicci che a Istanbul è stata sconfitta al tie break dalle vicecampionesse d’Europa e iridate in carica dell’Eczacibasi; il passaggio del turno e l’approdo in semifinale è così rimandato a mercoledì prossimo a Palazzo Wanny quando andrà in scena la gara di ritorno. È stato un match bellissimo, spettacolare ed equilibrato per larghi tratti, che la squadra turca – battuta due volte nella fase a gironi - ha meritato di vincere essendo stata più continua e decisiva nei punti importanti. Scandicci, di contro, ha vinto il primo set dopo essere stato quasi sempre in vantaggio, si è portato sul 2-1 nel terzo dopo un recupero maturato nel finale mentre nel quinto gli è mancato lo slancio e ha pagato soprattutto i cinque errori in battuta commessi da Antropova (2), Zhu Ting, Nwakalor e Villani. Nelle sfide individuali Boskovic, 31 punti, ha prevalso su Antropova (20) che ha alternato colpi stupendi a errori forzati. MVP del match il libero Akoz che ha ripreso anche palle imprendibili.

Il primo set si è deciso già dopo il 10 pari quando la Savino Del Bene si è portata avanti e punto dopo punto ha mantenuto il vantaggio sino al 22-22 firmato da Boskovic. Antropova, Herbots e Zhu Ting hanno però chiuso i conti. Il secondo è stato preso subito in mano dalla squadra turca che sul 12-11 ha sostituito la palleggiatrice Sahin, infortunatasi a una caviglia. La momentanea rimonta dello Scandicci si è rivelata inutile. Il terzo set è stato il più incerto ed entusiasmante; dal -5 (14-9) le biancoblù si sono portate a +1 (20-21), il 24 pari ha riaperto i giochi ma Antropova e Di Iulio appena entrata li hanno chiusi. Quarto set, troppo errori mentre nel tie break lo Scandicci era in riserva ed è rimasto a secco.

Franco Morabito

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su