Vincenzo Italiano ha applaudito con orgoglio e ottimismo alla prestazione della sua squadra nell’amichevole contro l’Ostermunchen vinta dalla Fiorentina per 7-1
Vincenzo Italiano ha applaudito con orgoglio e ottimismo alla prestazione della sua squadra nell’amichevole contro l’Ostermunchen vinta dalla Fiorentina per 7-1
dall’inviato Angelo Giorgetti "Sono contentissimo", dice Italiano. Voto alto in applicazioni tecniche per la Fiorentina, per avvicinarsi al calcio totale del nuovo allenatore ci vorrà tempo. Un calcio diverso, come tutto il resto, per moltissimi giocatori. "Infatti il più avvantaggiato è stato Saponara, perché mi conosce – ha scherzato Italiano – ma piano piano ci arriveremo tutti. Ci vorrà un po’ di pazienza per trovare la nostra identità". Ancora Italiano:...

dall’inviato Angelo Giorgetti

"Sono contentissimo", dice Italiano. Voto alto in applicazioni tecniche per la Fiorentina, per avvicinarsi al calcio totale del nuovo allenatore ci vorrà tempo. Un calcio diverso, come tutto il resto, per moltissimi giocatori. "Infatti il più avvantaggiato è stato Saponara, perché mi conosce – ha scherzato Italiano – ma piano piano ci arriveremo tutti. Ci vorrà un po’ di pazienza per trovare la nostra identità". Ancora Italiano: "Abbiamo le gambe piene di lavoro e la testa piena di concetti. A sprazzi ho visto grandi cose. Abbiamo la possibilità di fare molo meglio. Sono contento anche perché ci tengo a non perdere i giocatori per infortunio... Pochi gol? Meglio farli come li abbiamo fatti noi, tutti costruiti". E poi, sul suo calcio diverso, come lo hanno definito molti giocatori. "Sorrido perché la pallaè una e bigona buttarla dentro la porta. Forse intendono diverso perché voglio la stessa intensità per 90-95 minuti, senza pause, né cali di concentrazione, senza staccare mai la spina. Né camminare in campo". Una battuta anche su Vlahovic: "Oggi davanti alla porta ha sbagliato un po’ troppo, qualcosa è sambiato anche per lui. Dovrà integrarsi con gli altri due attaccanti e partecipare al gioco, legarlo, unire la squadra. E’ chiaro che uno come lui debba fare la differenza come terminale offensivo".

Poi sui singoli: "Kokorin? Per me lui è una prima punta. Può lavorare meglio, perché ha dimestichezza e qualità. Bisogna crescere tutti, anche lui dovrà essere esigente con se stesso. Voglio attaccanti affamati di gol. Devono legare il gioco, ma anche attaccare forte lo spazio quando si avvicinano alla porta".

Poi su Saponara e Benassi: "Saponara è intelligentissimo, parte in vantaggio rispetto agli altri perché mi ha conosciuto per sei mesi. Nel secondo tempo ha fatto tutto quello che mi piace. Lui ha grosse qualità, se riesce a essere a posto fisicamente può essere un giocatore molto utile alla causa. Il suo ruolo è questo, esterno sulla sinistra. Benassi sa attaccare bene gli ultimi 16 metri, ha tempi di inserimento, in determinate situazioni può fare male".

Il calendario delle prossime amichevoli della Fiorentina, prevede il test contro la Polisportiva C4 (domenica), mentre la prossima settimana saranno due i test in programma (ore 17): giovedì, Fiorentina-Levico e venerdì Fiorentina-Virtus Verona.