Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
9 gen 2021

Eysseric-Kouame, il derby che non ti aspetti

Il primo è stato scelto a sorpresa da Prandelli per sostituire (due volte) Ribery. Il secondo è entrato nel finale contro la Lazio e..

9 gen 2021
Valentin Eysseric, da esubero a possibile protagonista (part time) in una fase calda della stagione
Valentin Eysseric, da esubero a possibile protagonista (part time) in una fase calda della stagione
Valentin Eysseric, da esubero a possibile protagonista (part time) in una fase calda della stagione
Valentin Eysseric, da esubero a possibile protagonista (part time) in una fase calda della stagione
Valentin Eysseric, da esubero a possibile protagonista (part time) in una fase calda della stagione
Valentin Eysseric, da esubero a possibile protagonista (part time) in una fase calda della stagione

Da una parte c’è Kouame, l’oggetto del desiderio sul mercato, conteso da almeno altre due squadre di Serie A, ma per il quale si sono mossi anche club di Premier (Crystal Palace), Ligue 1 (Marsiglia) e Bundesliga (Eintracht). Dall’altra c’è Eysseric, il trequartista che ha trovato la prima convocazione stagionale in A con l’arrivo di Cesare Prandelli sulla panchina viola, all’ottava giornata (panchina). Sono due delle facce del “prisma” viola, di certo due elementi sui cui si sta riflettendo molto in queste ore. Sì, perché a spingere per avere come compagno di reparto l’ivoriano c’è Dusan Vlahovic, il centravanti designato dal tecnico bresciano e pure quello che, a suon di gol, adesso più che mai deve contribuire a tirare fuori la Fiorentina dalle sabbie mobili della classifica. Ma contro la Lazio, il primo a subentrare è stato il francese: è stato lui a sostituire Ribery al momento dello stop per il problema al ginocchio, lui ad infilarsi tra le linee esattamente come voleva l’allenatore. Poi è toccato anche a Kouame, con Prandelli lesto a precisare che con due attaccanti in campo "abbiamo verticalizzato di più e costruito di meno. Ma se pensiamo di poter giocare sempre così, alzando il pallone, alla fine rischi di diventare prevedibile". Dovranno essere comunque pure loro a rovesciare la prospettiva, diventando gli interpreti del riscatto viola: più forti di tutto, concentrati unicamente sul presente. Eysseric adesso ha la grande occasione di trasformarsi da “esubero” in risorsa. Sembrava destinato all’addio in estate, così come Saponara (che ha già salutato) e Montiel, ma poi non il cerchio non si è chiuso. Con scaltrezza, ha provato a cogliere le (poche) occasioni avute a disposizione (4 presenze in tutto tra campionato e Coppa Italia) e non intende tirarsi indietro adesso, al di là di quello che potrà accadere in questo ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?