Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
14 giu 2022

Da Pulgar ai giovani viola L’esercito dei 19 rientranti

Prestiti scaduti, rosa da sfoltire. Ma molti saranno portati in ritiro a Moena. Il caso Kouamè (da usare come pedina di scambio) e i baby Spalluto e Gori

14 giu 2022
Kouamè, di ritorno dall’Anderlecht
Kouamè, di ritorno dall’Anderlecht
Kouamè, di ritorno dall’Anderlecht
Kouamè, di ritorno dall’Anderlecht
Kouamè, di ritorno dall’Anderlecht
Kouamè, di ritorno dall’Anderlecht

Torneranno alla base in 19 e saranno, di fatto, quasi una rosa al completo. Sono i giocatori della Fiorentina pronti a rientrare dai rispettivi prestiti, una serie di nodi da sciogliere per il club viola che tuttavia, tra qualche probabile cessione e nuovi accordi temporanei sempre lontano da Firenze, potrebbe sfruttare il ritorno di alcuni elementi ancora sotto contratto per testarli nel ritiro di Moena.

In attesa di capire cosa accadrà sul fronte Zurkowski (sul quale l’Empoli potrà esercitare un diritto di riscatto tra il 15 e il 18 giugno, salvo poi la società di Commisso non decida di contro-riscattarlo), non sono poche le pedine che potrebbero servire a fare numero in vista della prossima stagione. Su tutti Pulgar, che nonostante una seconda parte d’annata non certo brillante al Galatasaray potrebbe diventare il nuovo vice di Amrabat, alla luce del sempre più improbabile riscatto di Torreira. Per non parlare poi di Kouamé che proverà a far valere le sue chances in viola dopo un’ottima stagione con l’Anderlecht condita da 8 gol e 5 assist (ma l’ex Genoa potrebbe alla fine rientrare in uno scambio con uno dei club che hanno già manifestato interesse su di lui, su tutti Atalanta e Bologna).

Curiosità anche attorno al terzino di scuola Fiorentina Ranieri, autore di una bella annata a Salerno: la società ha fatto intendere di volerlo testare in ritiro, al pari di colui che fino ad oggi è stato quasi un oggetto misterioso, ovvero Rasmussen, di ritorno dal Vitesse. Ma la lista dei rientranti resta lunga e riguarda i tanti giovani: dal 5 luglio si rivedranno infatti anche Cerofolini, Chiti, Dalle Mura, Dutu, Ferrarini, Ghidotti, Ghilardi, Gori, Koffi, Lovisa, Montiel, Niccolò Pierozzi e Spalluto.

Andrea Giannattasio

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?