Firenze, 10 giugno 2017 - Il conto alla rovescia per la novantaduesima edizione di Pitti Uomo è iniziato e tutto intorno alla Fortezza da Basso, dove dal 13 al 16 giugno si terrà la fiera per l’eccellenza della moda maschile, c’è già un bel movimento. Perché i marchi presenti sono saliti alla cifra record di 1.231, con largo afflusso dall’estero come ogni edizione, e Centro Moda e Pitti Immagine sono impegnati al massimo per la buona riuscita di questa che, date le dimensioni e la vastità degli eventi, non è più tanto una fiera ma un palcoscenico di lifestyle internazionale per l’universo dell’eleganza maschile.

Non si contano più le presentazioni e gli appuntamenti e le inaugurazioni fuori dalla Fortezza da Basso come quello per l’apertura del nuovo showroom de Il Bisonte a Palazzo Corsini con Wanny Di Filippo e la nuova ad del brand Sofia Ciucchi che brinderanno con gli amici al Coco Lezzone la sera del primo giorno, il 13 giugno, di Pitti Uomo. Brindisi anche con Firenze Made in Tuscany alla galleria Bucarelli Antichità con una selezione raffinata di foto dall’Archivio Fotografico Locchi per Fashion in Florence. Concerto di pianoforte nella Sala delle Colonne della Fortezza per la collezione di RRD Roberto Ricci Design, convegno al Four Season su “Il fashion italiano nel mondo”, vetrine perfette da Roy Roger’s in via Calimala per l’evento “Parla di te” con i creativi dell’azienda della famiglia Biondi impegnati a ridisegnare e dare nuova vita ai jeans RR che clienti e collezionisti porteranno in boutique.

Alla Limonaia di Villa Vittoria sempre il primo giorno di Pitti Uomo appuntamento con i 200 anni di gloriosa storia di Lanerossi, da Gerard lancio delle t-shirt disegnate da Lindsay Kemp, all’ex Banca di Roma sfilata dell’Istituto Marangoni che ha aperto la sua sede da pochi mesi in via Tornabuoni, molte sorprese per il lancio mondiale delle sneakers di Chistian Louboutin, Fabrizio Giugiaro firma la collezione Kult per PT Pantaloni Torino, Alessandro Squarzi (definito da Esquire UK l’uomo più elegante del mondo) presenta la sua capsule di camicie per Bagutta con un cocktail sul terrazzo dell’Excelsior. Alla Manifattura Tabacchi sfila la sera del 13 la collezione Hugo dell’azienda colosso tedesca Hugo Boss, Brunello Cucinelli invita i suoi ospiti nel fascino di Villa Palmieri in via Boccaccio.

Moda, fortissimamente moda, anche a Barberino Outlet con la mostra di ritratti iconici di personaggi come Kate Moss o David Bowie scattati da Michel Haddi, da titolo “Pop Style Icons”. C’è da aspettarsi un assalto di fans nello stand di F**K in Fortezza per l’arrivo di Riccardo Scamarcio, divo maximo del cinema italiano che farà da testimonial al brand. Sempre sul fronte vip: il 15 in Fortezza nello stand di Gaelle Paris il 15 ci sarà Francesco Gabbani. Comicia già collaterale al Pitti Uomo il progetto culturale del Comune di Firenze Secret Florence con balletti e concerti.

Non mancheranno testimonial per i brand del Pitti Uomo come la bella Federica Nargi in stand da Mizuno 1906. Tutto però comincia in modo ufficiale la sera di lunedì 12 giugno a Palazzo Pitti con la cena di gala del Centro di Firenze per la Moda Italiana col suo presidente Andrea Cavicchi e la preview della mostra sul “Museo Effimero” nelle sale della Galleria del Costume, ora ribattezzata Museo della Moda e del Costume, curata da Olivier Saillard col contributo di Caterina Chiarelli. Dopo la cena riservata a autorità e buyers in arrivo dal mondo spettacolo aperto alla città dalle 22 in poi su Piazza Pitti con i Sonics e i loro spettacoli acrobatici. La mattina del 13 poi, primo giorno del salone, inaugurazione ufficiale in Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio alla presenza del Sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto accolto oltre che dal sindaco Nardella dal presidente di Pitti Immagine Claudio Marenzi con l’ad Raffaello Napoleone, col presidente di CFMI Cavicchi e tutti i big del pantheon del fashion italiano.