L'esultanza di Chiesa e Lirola (Ansa)
L'esultanza di Chiesa e Lirola (Ansa)

Genova, 16 febbraio 2020 - Una Fiorentina bella (finalmente) e fortunata travolge la Sampdoria e si allontana dalla zona calda. Bisogna ammettere che per i viola la gara si mette in discesa dopo 8 minuti (autogol di Thorsby), ma la squadra di Beppe Iachini ha il merito di gestire la gara con intelligenza: difesa solida, centrocampo ordinato e con pochi errori (rivitalizzato da un ottimo Duncan) e un attacco micidiale in contropiede. La classifica è ancora da guardare con attenzione, ma dopo i successi di Lecce e Genoa perdere sarebbe astato un grosso problema. La Fiorentina ha sfoderato una prova di carattere e ha dimostrato di avere energie fisiche e mentali.

Iachini cambia in attacco e a centrocampo nella sfida delicata tra Sampdoria e Fiorentina.  Per cercare di scardinare la difesa blucerchiata, Iachini sceglie Vlahovic dal primo minuto accanto a Chiesa,scelta premiata dalle due doppiette degli avanti viola. Esordio in viola molto positivo  per Duncan in un centrocampo dove rientra Badelj e dove escono Benassi e Pulgar. 

Primo tempo- Sampdoria-Fiorentina, una sorta di spareggio per togliersi dalle zone basse della classifica, sorride ai viola in avvio. All'8 del primo tempo, infatti, la Fiorentina passa in vantaggio con un'autorete di Thorsby dopo un ottimo spunto di Vlahovic.

Al 18' arriva il raddoppio: netto (e inutile) fallo di mano di Ramirez in area doriana e Vlahovic trasforma il penalty, nonostante l'intervento di Audero.

Poi il viola, in maniera del tutto inopportuna, va a esultare proprio sotto la curva blucerchiata, scatenando una piccola bagarre.

Sampdoria-Fiorentina, Vlahovic si scusa con i tifosi blucerchiati

La Samp prova a reagire, ma i viola controllano bene e sono pericolosi in contropiede.

Al 40' il tris viola: gomitata di Murru (già ammonito ed espulso) e rigore trasformato da Chiesa.

La Samp reagisce con veemenza e al 43' Quagliarella sbaglia a porta vuota, al 44' Dragowski salva con una grande parata su colpo di testa di Tonelli. Poi una mischia in area viola potrebbe portare a un rigore per i doriani, ma tutto salta per un fuorigioco. Nel confuso finale dio tempo, Badelj commette fallo su Bertolacci e si prende il secondo cartellino giallo (con espulsione) e  Colley si divora un gol da posizione favorevoli.

Secondo tempo - Nella ripresa Ranieri prova a dare una scossa alla Samp che è sotto di 3 gol in casa contro la Fiorentina: fuori Bertolacci e Thorsby (autore dell'autogol dello 0-1) e dentro Vieira e Jankto. Spazi larghi con entrambe le squadre in 10. La Sampdoria si butta in avanti e cerca la clamorosa rimonta. Al 6' è pericoloso Quagliarella che aggancia bene in area viola, Dragowski salva.

11': bel contropiede viola di Vlahovic concluso da Chiesa con un tiro sul palo esterno

12': i viola  in contropiede sono micidiali e fanno poker con Vlahovic: Dalber da sinistra impegna Audero, sulla respinta Vlahovic segna comodamente il 4-0. In campo, ormai, cè solo la Fiorentina.

16': ancora viola scatenati in contropiede, gran tiro di Chioesa che colpisce ancora il palo alla sinistra di Audero.

Iachini fa respirare Castrovilli (entra Pulgar) e Duncan (ottimo esordio del ghanese, sostituito da Benassi) e i viola continuano a dominare di fronte a una Samp allo sbando.

Al 33' arriva il quinto gol con un gran tiro di Chiesa.

Il finale è inutile con i viola che sbagliano un paio di azioni in contropiede e i doriani che non hanno la forza per opporsi, ma riescono al 45' a realizzare il gol della bandiera con Gabbiadini.

Finisce 5-1 per i viola, serviva un segnale forte da parte dei viola ed è arrivato. Ripetersi contro il Milan (sabato 22 febbraio alle 20.45) sarà difficile, ma questa squadra, sempre più simile alla concretezza del suo allenatore, sta trovando nuove certezze.

 Il tabellino

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynsky, Tonelli, Colley, Murru; Linetty, Bertolacci (1' st Vieira), Thorsby (1' st Jankto) ; Ramirez (21' st Depaoli); Quagliarella, Gabbiadini. Allenatore: Ranieri

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Duncan (26' st Benassi), Badelj, Castrovilli (21' st Pulgar),  Dalbert; Chiesa (35' st Ghezzal), Vlahovic. Allenatore: Iachini

Arbitro: Irrati di Pistoia

Reti: 8' pt Thorsby (autorete); 18' pt Vlahovic (rigore); 40' pt Chiesa (rigore); 12' st Vlahovic; 33' st Chiesa; 45' st Gabbiadini

Note:espulsi Murru e Badelj, ammoniti Murru, Vlahovic, Badelj, Ramirez, Colley, Depaoli