EMANUELE BALDI
Cronaca

Sicurezza, piano di Eike: "Assicurazione del Comune per risarcire le vittime di scippi e spaccate"

L’affondo di Schmidt: "Firenze è la quarta città in Italia per furti e rapine. Inaccettabile che a pagare il prezzo della microcriminalità siano i fiorentini".

Sicurezza, piano di Eike: "Assicurazione del Comune per risarcire le vittime  di scippi e spaccate"

Sicurezza, piano di Eike: "Assicurazione del Comune per risarcire le vittime di scippi e spaccate"

Un’assicurazione che verrà sottoscritta da Palazzo Vecchio per risarcire tutti i fiorentini vittime di furti, spaccate e scippi.

Eike Schmidt tira fuori l’asso dalla manica e cerca di mettere un cerottone sulla ferita che più frizza sulla pelle di una fetta di città, l’emergenza criminalità. E lo fa affidando alla sua pagina Facebook ufficiale una promessa agli elettori: il Comune, qualora lui dovesse imporsi al ballottaggio, tutelerà le vittime di furti, almeno finché la colonnina di mercurio dell’emergenza in città non sarà scesa sotto i livelli di guardia.

Questo il messaggio: "Firenze è la quarta città in Italia per furti e rapine. – scrive il candidato sostenuto dal centrodestra – E’ inaccettabile che a pagare il prezzo della microcriminalità e della mancata attenzione al problema sicurezza siano i fiorentini. Quando saremo al governo della città attiveremo un’assicurazione a favore dei fiorentini a carico del Comune, che copra i danni per i cittadini scippati, vittime di spaccate e altri reati predatori, fino a quando Firenze non scalerà al contrario questa triste classifica, tornando ad essere una città sicura".

Come funziona tecnicamente? Si tratterebbe, fanno sapere dallo staff di Schmidt, di una copertura assicurativa sottoscritta dal Comune e a suo carico che copre i danni subiti dai residenti vittima di reati predatori (spaccate, scippi ecc...) su persone fisiche. Ovviamente con massimale e franchigia e ovviamente a seguito di denuncia alle forze dell’ordine e con requisiti per scongiurare furbetti e regolare documentazione del danno.

"Polizza – si fa sapere – che confidiamo possa durare poco, perché vorrà dire che Firenze sarà nuovamente sicura".

La proposta incassa subito il plauso di Paolo Bambagioni – recordman di preferenze della lista civica Eike Schmidt Sindaco – che parla di "una proposta finalmente chiara, fattibile e soprattutto finanziabile, senza chiedere agenti a destra e a sinistra, ma con risorse che il Comune di Firenze può destinare subito". "La microcriminalità – argomenta Bambagioni – spezza il nostro tessuto sociale e noi, a differenza di Funaro, non vogliamo lasciare indietro nessuno né tantomeno scaricare sul singolo cittadino o sul singolo commerciante e artigiano l’onere delle spese per danni che non dipendono da lui".

"È riuscito a fare proposte più serie Eike in sei settimane che la sinistra in 30 anni di governo di Firenze" gongola Alessandro Draghi, capogruppo uscente di Fratelli d’Italia in Palazzo Vecchio e riconfermato in Consiglio al primo turno delle comunali "Un’assicurazione che copra le spese, almeno fino a che Firenze non sarà tornata magnifica è un impegno vero e concreto per restituire sicurezza alla città, con il quale il candidato sindaco del centrodestra dimostra concretamente di stare dalla parte dei cittadini" insiste Draghi.

Gli fa eco il neoconsigliere FdI Giovanni Gandolfo: "Finalmente qualcuno a Firenze che pensa alla sicurezza dei cittadini. La proposta lanciata Eike Schmidt è la svolta per garantire i fiorentini contro la criminalità sempre più dilagante. Un’assunzione di responsabilità e una garanzia vera, oltre a un impegno concreto a lavorare per riportare la sicurezza in città e rendere Firenze di nuovo magnifica".