"Rispettare le scadenze ha un doppio vantaggio perché significa rispettare chi lavora ma anche dare servizi migliori ai cittadini". Parola del sindaco Emiliano Fossi che spiega come l’amministrazione comunale sia celere nel pagare i fornitori. In particolare il Comune paga mediamente con 17 giorni di anticipo rispetto alla scadenza delle fatture e questa condotta ha comportato una riduzione del proprio debito commerciale di circa l’88%, ben oltre il 10% imposto dalla legge. "Il Comune contribuisce a compensare positivamente quei ritardi nei pagamenti per cui l’Italia è vista con scetticismo dall’Unione Europea – spiega Niccolò Nucci, responsabile del servizio Ragioneria – Questi dati sono lusinghieri e confermano che il Comune di Campi Bisenzio può contare su ottimi dirigenti e collaboratori che nonostante l’emergenza Covid hanno saputo confermare il miglioramento dei dati in un aspetto assolutamente strategico". Essere ‘buoni pagatori’ si traduce in un risparmio di oltre un milione di euro, soldi che invece di essere accantonati nel fondo garanzia per i debiti commerciali saranno destinati ai servizi al cittadino. "Tutto questo grazie al lavoro degli uffici e all’impegno quotidiano dei dipendenti" conclude il primo cittadino.