Fiesole (Firenze), 29 marzo 2018 - Dopo venti anni di viaggi e di esperienza coi marchi più belli della cosmesi e della profumeria internazionale, Ilaria Raffaelli è tornata stabilmente a casa nella sua Fiesole e ha inventato un’essenza che racconta l’esclusività, la bellezza, la preziosità raffinata e al tempo stesso semplice di questo luogo caro agli etruschi come agli antichi romani e oggi nel cuore di turisti che cercano radici, ricordi, splendore.

"Così è nata Acqua di Fiesole" racconta Ilaria Raffaelli nella boutique-salotto di via Duprè, proprio davanti all’Anfiteatro, aperta al pubblico da oggi con una carica di emozioni e batticuori. La sfida è grande per questa imprenditrice che è fondatrice e creatrice del brand di profumi di classe che si ispira alle essenze dei giardini più eleganti, tra note agrumate e gelsomini, ambra grigia e neroli, muschi pregiati, iris, fiori di mandorlo e di tiglio. E nella fantasia del cliente scorrono le immagini dei prati e dei giardini fiesolani in Camera con vista.

Distillazione antica, imbottigliato ed etichettato a mano, senza coloranti, con essenze da agricoltura biologica, "Acqua di Fiesole" si completa con la profumazione d’ambiente, presto anche con saponi fatti a mano e a km zero, creme per il corpo in un packaging esclusivo con due uccellini gialli poggiati su un ramo fiorito su un cielo azzurro. Un’immagine romantica che da luglio in molti ammirano nelle vetrine della profumeria Aline, a Firenze in via Calzaiuoli, che per prima ha creduto nella sfida di Ilaria Raffaelli che ora distribuisce le sue essenze in trenta negozi in Italia tramite la società di distribuzione Azzurra Srl con sede a Firenze. E profuma in esclusiva un hotel mitico come Villa San Michele.

"Voglio che questo mio profumo si indossi come un abito sartoriale – racconta Ilaria nella nuova boutique a Fiesole – unico e inimitabile. Sono felice di aver realizzato qualcosa di mio, io sono una mente creativa che così mette a frutto tanti anni di lavoro nel mondo del beauty".