Un arcobaleno di culture per invocare la fratellanza tra i popoli: torna il Carnevale di Pace nei quartieri 4 e 5

Primo appuntamento il 4 febbraio a San Donato (Novoli), col corteo al parco e le esibizioni nella piazza del centro commerciale. L’11 si replica all’Isolotto

La presentazione del Carnevale di Pace

La presentazione del Carnevale di Pace

Firenze, 2 febbraio 2024 – I quartieri 4 e 5 si stringono in un unico abbraccio, all’insegna della pace. È conto alla rovescia per il doppio appuntamento col Carnevale di Pace: domenica 4 febbraio a San Donato, Novoli, mentre l’11 all’Isolotto. Spazio come ogni anno ai cortei con balli e costumi tradizionali da tutto il mondo, per un evento all’insegna dello stare insieme, invocando quella pace che purtroppo nel mondo resta un’utopia.

Domenica 4 febbraio l’energia della festa invaderà il quartiere di San Donato per la nona edizione del Carnevale di Pace: dalle 14,30 corteo al parco di San Donato e, dalle 16, tutti nella piazza del centro commerciale, per l’occasione addobbato con le bandiere della pace, per l’esibizione delle varie comunità. L’evento è organizzato dall’associazione Piazza San Donato insieme a Garden Eventi, con la collaborazione di Immobiliare Novoli.

“Il nostro carnevale è ormai da anni simbolo di inclusione e integrazione nel territorio – affermano i volontari dell’associazione Piazza San Donato – . L’Italia è in piena crisi demografica, la politica incentiva le nascite mentre la popolazione mondiale sta diventando insostenibile per il pianeta. La gente scappa da guerre e carestie mentre da noi si diffonde la paura della sostituzione etnica. Venite tutti al nostro Carnevale di Pace e capirete che il mondo è pieno di colori, non grigio di paura come chi lo vuole vedere al contrario. Non è un caso che la bandiera della pace sia un bellissimo arcobaleno”.

Domenica 11 si replica all’Isolotto (in caso di maltempo l’evento si terrà il 18). Dalle 14,30, spazio al corteo, con partenza da piazza dell’Isolotto fino al parco di Villa Vogel, con le esibizioni finali nella pista di pattinaggio. Ci saranno giochi e laboratori per bambini, danze, balli e musica da tutto il mondo, oltre allo spettacolo dei bambini delle scuole.

“Due appuntamenti bellissimi, legati ai temi della multiculturalità, della fratellanza e della solidarietà tra i popoli - dicono i presidenti dei due quartieri, Cristiano Balli e Mirko Dormentoni -. L’unione fa la forza. E ora più che mai c’è necessità di costruire ponti, per arrivare alla pace. Ci saranno comunità straniere, scout, associazioni culturali, scuole e non solo. Tutti insieme per far festa e diffondere gioia attraverso un arcobaleno di culture”. “Si tratta di un bellissimo esempio di comunità che si uniscono per celebrare il valore fondamentale della pace”, aggiunge la vicesindaca Alessia Bettini.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro