Il dottor Longo nel suo ambulatorio
Il dottor Longo nel suo ambulatorio

Firenze, 20 luglio 2016 _ Il prestigioso ‘Travel Grant’ è stato conferito durante il congresso americano dell’American Society for Laser Medicine and Surgery (ASLMS) al dottor Diego Longo di Firenze. Il riconoscimento per l’alto contenuto scientifico della ricerca italiana in materia di laserterapia e fisioterapia è stato assegnato a Boston (USA), nella convention annuale organizzata dall’Associazione Americana di Laser in Medicina e Chirurgia, la più importante e numerosa tra le società scientifiche internazionali che si occupano di tecnologia laser in ambito medico e chirurgico. A fare gli onori di casa la professoressa Juanita Anders, del dipartimento di Anatomia, Fisiologia e Genetica dell’Università di Bethesda, massima esperta di rigenerazione delle cellule nervose mediante l’energia laser. Ha rappresentato l’Italia l’International Academy for Laser in Medicine and Surgery di Firenze, con il professor Leonardo Longo e il figlio Diego, autore di una nuova ricerca sull’evoluzione delle terapie laser sul sistema nervoso centrale.

L’appuntamento americano segue a ruota la 28° edizione del Congresso internazionale ‘Laser Florence’, organizzato lo scorso novembre 2015 a Firenze dall’International Academy for Laser in Medicine and Surgery, fondata e presieduta dal professor Leonardo Longo. Le motivazioni del premio sono legate allo studio, corredato da una ricca casistica, che il dottor Longo e la sua equipe, composta dalla dottoressa Vanessa Mangé e dal dottor Giulio Cherubini, hanno realizzato applicando il metodo Grimaldi. Questa tecnica permette al muscolo di riprogrammarsi grazie alla stimolazione del sistema nervoso periferico, con accorciamenti muscolari e sollecitazioni di trazione. Sono tornati così a muoversi anche quei muscoli che sembravano ormai definitivamente paralizzati per la lesione spinale. Questa metodologia fisioterapica è applicata insieme alla terapia laser del professor Leonardo Longo, medico chirurgo ed endocrinologo, presidente anche della World Federation of Societies of Laser Medicine and Surgery, WFSLMS.

“Attraverso strumenti sofisticati come la dinamometria elettronica e l’elettromiografia di superficie – spiega Diego Longo – è possibile dare una misurazione oggettiva della forza e dell’attivazione muscolare. Questa metodica di valutazione ci permette di capire quali muscoli, ritrovati attraverso il laser, funzionino al di sotto del livello di lesione. Attraverso questo sistema abbiamo ottenuto dati sotto forma di numeri reali, che noi abbiamo raccolto in una ricca casistica. La nostra idea di fisioterapia si basa, oltre che sugli esercizi ad aumento crescente di gravità, soprattutto sulla manovra creata in Toscana da Luigi Grimaldi di Lucca, medico e studioso del controllo motorio che aveva prodotto una prima monografia già nel 1986. Secondo questa teoria, il controllo motorio non è solo di pertinenza del cervello (che fornisce lo scopo del movimento), ma anche dei recettori periferici, bersagli dell’accorciamento muscolare e della sollecitazione di trazione che sono alla base della manovra”. 

La International Academy of Laser Medicine and Surgery è stata fondata a Firenze il 19 Ottobre del 2000 da Ciprien Antipa, G. David Baxter, Marcello D'Ovidio, Khalil Khatri, Leonardo Longo, Mihail Pascu, Mario Postiglione, Mario Trelles, Wilhelm Waidelich e altri 42 pionieri della materia, provenienti da 5 diversi continenti. L'obiettivo della I.A.L.M.S. è di accogliere momenti di incontro e aggiornamento per gli specialisti della laserterapia e promuoverne l'insegnamento ai neofiti attraverso la International School ‘Theodore Maiman’ di Firenze.