Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
25 mag 2022

"Io, da dannato della Fi-Pi-Li, alla laurea con brivido da 110 e lode"

Tamponamento sulla direttrice più incidentata della Toscana. Ma la disavventura finisce con gli applausi

25 mag 2022
Matteo Bigazzi, 24 anni, di Ponsacco: la sua disavventura sulla Fi Pi Li è finita con la laurea e 110 e lode
Matteo Bigazzi, 24 anni, di Ponsacco
Matteo Bigazzi, 24 anni, di Ponsacco: la sua disavventura sulla Fi Pi Li è finita con la laurea e 110 e lode
Matteo Bigazzi, 24 anni, di Ponsacco

Pisa, 25 maggio 2022 - Neo laureato a pieni voti, da qualche giorno membro ad honorem della popolata comunità dei "Dannati della Fipili". Atto dovuto dopo aver rischiato di ’bucare’ proprio la discussione della tesi per uno dei tanti incidenti stradali nei quali i pendolari si trovano spesso imbottigliati. E’ Matteo Bigazzi, 24 anni, studente di Ponsacco, in provincia di Pisa. Una disavventura, la sua, finita con un 110 e lode alla facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Pisa. Partenza puntuali alle 8,40, apppuntamento in facoltà alle 9.30. Lei era il primo della sessione di laurea. Poi cosa è successo? "Un tamponamento in prossimità dell’uscita di Pisa Est, quando eravamo quasi arivati. Nello scontro rimane parzialmente coinvolta anche l’auto di mio padre". E a quel punto come ha fatto a raggiungere Pisa? "La cosa andava per le lunghe. Così mia madre ed io, siamo scesi e abbiamo iniziato a camminare sullo svincolo. In pratica ci siamo messi a fare l’autostop, vestiti tutti eleganti, da cerimonia. Ma nessuno si fermava. L’unico che lo ha fatto – ed è stata davvero la mia fortuna – è stato un dipendente della mia università. Incredibile, ero stupito e sorpreso. Non ho chiesto neppure il nome. Ma mi ha portato a destinazione in tempo". Il suo racconto ha fatto notizia. Si è fatto vivo, dopo, il suo ’salvatore’? "Ancora no, non ha un nome. E mi dispiace molto, perchè vorrei tanto ringraziarlo...". Suo padre è riuscito, alla fine, ad assistere alla discussione della tesi? "Sì, ce l’ha fatta. Alla pattuglia dei carabinieri che è arrivata sul punto dell’incidente per i rilievi ha spiegato che suo figlio si sarebbe laureato nel giro di venti minuti. E loro sono stati gentillissimi, hanno velocizzato tutte le pratiche ed è riuscito a ripartire". Ha raccontato ai prof quello che ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?