Firenze, 16 ottobre 2019 - Il 5G di Tim sbarca a Firenze per garantire ad aziende e singoli cittadini una navigazione più veloce e servizi aggiuntivi. Da alcuni giorni la rete di ultima generazione è attiva a Rifredi e Novoli, mentre entro l’anno arriverà a Soffiano, Cintoia, Cavallaccio, Statuto, Coverciano, Le Cure e Badia a Ripoli. Infine, nel corso del 2020, quasi tutto il territorio fiorentino verrà progressivamente coperto, con una parallela estensione ai Comuni dell’area metropolitana. Le novità sono state spiegate stamani da Antonio Cirillo, responsabile marketing business Tim, e da Francesco D’Angelo, direttore vendite business Tim.

«Il 5G – hanno spiegato – porterà a una trasformazione fino ad oggi inimmaginabile della rete fissa e mobile, con prestazioni 10 volte superiori al 4G, in termini di velocità, latenza, capacità di gestire contemporaneamente device diversi. Non sarà un semplice miglioramento ma una vera e propria rivoluzione». Solo per fare alcuni esempi, si potranno utilizzare speciali visori per visite immersive da remoto in musei, opere d’arte e luoghi storici. Per gli appassionati di videogame, sarà possibile il cosiddetto “clou gaming”, ovvero giocare in streaming, anche da mobile, interagendo con altri utenti.

Tantissime anche le applicazioni per industrie e Pmi: da dispositivi come tablet e laptop si potranno gestire catene di produzione in tempo reale e potranno essere accelerati e ottimizzati i vari processi. In ambito medico poi, ci sarà la possibilità di diagnosi e monitoraggi a distanza dei pazienti. Intanto, già nelle prossime settimane, Tim organizzerà una serie di incontri formativi per spiegare a imprese e privati le potenzialità e le applicazioni concrete del 5G. Firenze, insieme a Roma, Torino e Napoli, è una delle prime città italiane in cui Tim ha lanciato la nuova rete. Entro l’anno si aggiungeranno, a livello nazionale, altre 9 città, 30 destinazioni turistiche, 50 distretti industriali e 30 progetti specifici per grandi imprese.

Lisa Ciardi