Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
16 mag 2022

Luna rossa, che spettacolo. L'eclissi sul cielo di Firenze / VIDEO

Visibile solo parzialmente dall’Italia, ecco il video del fenomeno ripreso da Fiesole 

16 mag 2022

Firenze, 16 maggio 2022 – Uno spettacolo celeste d’eccezione, suggestivo e soprattutto piuttosto raro. In tanti questa mattina hanno messo la sveglia in anticipo pur di non mancare l’appuntamento nella notte con la Superluna rossa, ossia con l’eclissi totale che avviene quando la Luna piena si trova nel punto della sua orbita più vicino alla Terra. Uno spettacolo affascinante, come mostra il video dell'eclisse ripresa questa mattina da Fiesole

Il fenomeno è stato osservabile solo parzialmente dall’Italia, visto che il culmine era previsto nel momento in cui la Luna stava tramontando. Ma molte persone hanno rinunciato a qualche ora di sonno per riuscire comunque a vedere parte dello spettacolo. Valeva la pena, considerando che è stata la prima eclissi totale delle due previste nel 2022, e che l'eclissi del prossimo 8 novembre, sarà del tutto invisibile dall’Italia e che l'ultima eclissi totale di Luna visibile dall'Italia risale al 21 gennaio 2019. «Ma allora nuvole e pioggia diedero del filo da torcere ai curiosi che speravano di ammirarla», osserva l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile scientifico del Virtual Telescope. La Luna, prosegue Masi, è stata piena alle ore 6:14, ossia circa tre minuti prima del culmine della totalità, quando sarà alla distanza di 362.131 chilometri ; «Il nostro satellite si troverà prossimo alla minima distanza dalla Terra, ossia al perigeo, una condizione indicata con il termine ormai popolare di 'superluna'», ma non scientifico. A giustificare il termine è il fatto che la Luna piena appare un po’ più grande della media, anche se la differenza è così piccola che è difficile rendersene conto.

L’eclissi avviene quando la Luna raggiunge il punto della sua orbita nel quale si trova perfettamente allineata fra il Sole e la Terra, in modo da nascondersi dalla luce del Sole dentro l'ombra della Terra. Se l’allineamento non è perfetto, l’eclissi è parziale o di penombra. «Durante la totalità, ma anche in fase parziale avanzata, la Luna - rileva Masi - acquista un caratteristico, elegante colore bronzeo. Esso deriva dal fatto che in quel momento l'atmosfera terrestre sta indirizzando verso la Luna la porzione rossa dello spettro elettromagnetico». È bene notare aggiunge, che «quella che per noi terrestri è un' eclissi di Luna, dal nostro satellite apparirebbe come un' eclissi di Sole: nella fase totale, dalla Luna abbiamo visto un'aureola rossastra tutt'intorno alla Terra, ovvero la nostra atmosfera che dirige verso il satellite la radiazione più rossa».

Maurizio Costanzo

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?