Inutile l’arrivo dell’ambulanza e dei soccorritori, l’uomo era già morto
Inutile l’arrivo dell’ambulanza e dei soccorritori, l’uomo era già morto

Portoferraio (Livorno), 21 settembre 2019 - Un pensionato portoferraiese è stato trovato morto nella tarda serata di giovedì nel giardino di un’abitazione di un conoscente, di cui si prendeva cura gratuitamente, nella quale si era recato per fare alcuni piccoli lavori di giardinaggio. L’uomo, Giuseppe Arnaldi, 78 anni, residente in piazza Virgilio, è stato trovato riverso a terra su una pavimentazione in granito della villa, situata nella parte terminale di viale Einaudi (sul lato prossimo alla località Albereto) con una ferita lacero contusa alla testa. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri si tratterebbe di un drammatico incidente.

L’ipotesi più probabile è infatti quella che l’uomo sia volato già da una collinetta soprastante dove stava tagliando alcuni piccoli rami di una pianta con un falcetto. A chiarire se la caduta da un’altezza di circa 3 metri sia stata provocata da un malore, oppure se l’uomo ha perso l’equilibrio dopo aver aver messo un piede in fallo sul terreno sconnesso del terrapieno ed è quindi deceduto per il trauma cranico o altre lesioni riportate a seguito dell’impatto con il terreno, sarà l’autopsia disposta dal magistrato della procura della repubblica di Livorno che segue il caso. Giuseppe Arnaldi era uscito di casa nel pomeriggio. Preoccupata per il suo mancato rientro a casa per l’ora di cena, la signora verso le 20 ha avvertito uno dei figli e il genero chiedendo loro di andare a cercarlo.

Le ricerche si sono concentrate nei luoghi che l’uomo era solito frequentare, in particolare nella zona della Padulella e dell’Albereto. Tra questi anche la villa di viale Einaudi, attualmente disabitata perché i proprietari vivono prevalentemente fuori dall’Elba. Ed è qui che poco prima delle 21 è stata fatta la drammatica scoperta. Notato il motorino del padre parcheggiato all’esterno di essa, il figlio del pensionato è entrato nel giardino e lo ha trovato esanime a terra. Immediatamente è stato contattato il 118 che ha subito inviato in viale Einaudi i volontari della Croce Verde e il medico di turno sulla loro ambulanza i quali hanno però purtroppo hanno potuto fare ben poco. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Portoferraio i quali, durante i rilievi di legge, hanno rinvenuto sulla collinetta una delle ciabatte indossate dall’uomo. Cosa che avvalorerebbe quale dinamica dell’incidente l’ipotesi della caduta dall’alto.

La salma, dopo l’ispezione dal medico legale dell’Asl, è stata portata all’obitorio dell’ospedale, a disposizione dell’autorità giudiziaria.