Machiavellica per stupire. Dal Principe alle stelle

Dal 3 al 5 novembre l’omaggio di San Casciano al padre delle scienze politiche. Spettacoli teatrali, performance musicali e incontri letterari di spessore.

Machiavellica per stupire. Dal Principe alle stelle

Emanuele Pace, docente di Tecnologie Spaziali all’università di Firenze

"Le stelle, Machiavelli e Il Principe. Quale relazione possibile?" A raccontarlo saranno storici, attori, giornalisti e personaggi della cultura che affrontano a tutto tondo il pensiero del padre delle scienze politiche. Tutto ciò nella terza edizione delle "Machiavellerie", il festival-omaggio che il comune di San Casciano dedica all’llustre concittadino, Niccolò Machiavelli, interrogandosi "sulla fortuna nelle umane cose", e ricordando che nella frazione di Sant’Andrea in Percussina, nel 1513 Machiavelli scrisse "Il Principe".

L’appuntamento dal 3 al 5 novembre, con inaugurazione venerdì alle 11 a Palazzo Vecchio col sindaco di San Casciano, Roberto Ciappi, e i rappresentanti delle istituzioni. Nel corso della rassegna ci saranno lectio magistralis, conferenze, mostre, spettacoli teatrali, performance musicali, laboratori per bambini, incontri letterari e percorsi trekking. Tra i protagonisti Carlo Bartoli, Ezio Mauro, Stefano Massini, Giuseppe Cederna, Federico Taddia, Emanuele Pace, Stefania Salvadori, Laura Carotti, Alfonso Musci e Fabrizio Meroi.

In particolare sarà dibattuto l’argomento della fortuna, affrontato nel capitolo XXV del "Principe".

Per l’inaugurazione Carlo Bartoli, presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, approfondirà la figura dell’intellettuale legato al territorio dal titolo "Il Principe e lo spin doctor". Alle 18 alla cantina Antinori, il dialogo "Le stelle e la solitudine dell’uomo" con Federico Taddia, giornalista e divulgatore scientifico, Emanuele Pace, docente di Tecnologie Spaziali e Laboratorio di Astrofisica all’Università di Firenze, e Stefania Salvadori, docente di Astronomia e Astrofisica nello stesso Ateneo. Alle 21 il Teatro Niccolini di San Casciano, concerto dei solisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino dal titolo "La potenza del fato". Sabato "Machiavellerie" si sposta alla Casa Museo Machiavelli per il convegno "Machiavelli: fortuna, astri e libero arbitrio". Domenica alle 17 lectio magistralis di Ezio Mauro dal titolo "Il culto del destino nell’ascesa e nella caduta di Mussolini", al Niccolini. Lo spettacolo continua al Museo Stibbert di Firenze alle 21 con la lettura di Giuseppe Cederna "Attorno a Machiavelli. Su fortuna e libero arbitrio" con la compagnia Arca Azzurra.

Olga Mugnaini