Florence Guitar Symphonietta in Apatride - Musiche dal Mondo

In occasione della Festa della Toscana 2023 un nuovo appuntamento con la musica a cura di Associazione Culturale Dima

Arezzo, 2 dicembre 2023 – In occasione della Festa della Toscana 2023 un nuovo appuntamento con la musica a cura di Associazione Culturale DIMA in collaborazione con il Comune di Bucine e il Teatro Comunale locale - questo pomeriggio alle ore 18:00. L’evento è realizzato grazie al contributo di Regione Toscana – Bando per la tutela e valorizzazione del patrimonio storico, politico e culturale dell’antifascismo e della Resistenza, di promozione di una cultura di libertà, democrazia, pace e collaborazione tra i popoli – nell’ambito del Progetto Musica e Memoria – L’Arte della Memoria. L’iniziativa rientra tra quelle previste in occasione dell’80° dalla strage nazi-fascista del 29 giugno 1944 a San Pancrazio, Civitella in Val di Chiana e Cornia per la quale DIMA, insieme ai Comuni di Bucine e Civitella, il Conservatorio Statale di Musica “L. Cherubini” di Firenze, Hochschule für Musik di Saarbrücken, – Germany, Förderverein Musik und Kunst am Zauberberg e.V., ISIA Firenze, The Rogatchi Foundation, Associazione Culturale IUBAL e Associazione Eva con Eva Onlus stanno sviluppando il progetto della costituzione di un’orchestra formato da giovani studenti provenienti da Italia e Germania, in un’ottica multidisciplinare di incontro-confronto, scambi culturali tra istituzioni e di sensibilizzazione alla Memoria storica collettiva. Il progetto Florence Guitar Symphonietta, formata dagli studenti delle classi di chitarra del Conservatorio Cherubini di Firenze, e provenienti da Italia, Francia, Serbia, Cina e Principato di Monaco, nasce da un colloquio con i fondatori del gruppo originario, i chitarristi Paolini, Cucchi, Mazzoni e Borghese, negli anni ’80. Questa formazione è stata una delle prime del suo genere in Italia, composta da circa 30 chitarristi, ha svolto un’intensa attività concertistica, anche sotto la direzione di importanti personalità come Leo Brouwer e Alfonso Borghese, attirando l’attenzione dei professionisti della chitarra e non solo. Giorgio Albiani, insieme ai suoi allievi, dopo aver ascoltato i fondatori, ha deciso di riprendere e continuare questo progetto che offre ai chitarristi un percorso di musica d’insieme in ensemble allargati, spesso assente nei programmi di studio. Questo progetto, con la presenza dei maestri Roberto Rossi e Serena Meloni, si arricchisce di due docenti esperti in direzione, composizione e arrangiamento per queste formazioni, aggiungendo il valore delle relazione di filiera con due istituzioni il Liceo Musicale “F. Petrarca” di Arezzo e l’Accademia DIMA di Arezzo. Intorno a questo ensemble si è sviluppato un significativo interesse da parte di compositori e case editrici, che sta contribuendo a dar vita a un repertorio specifico e nuovo per questa formazione. ‘Apatride‘ è il titolo di questo concerto. Un viaggio che abbraccia epoche e stili musicali che parte dalla Tunisia e tocca Francia, Argentina e Brasile. Dalla musica di contaminazione di Roland Dyens celebre chitarrista e compositore francese docente al Conservatorio Superiore di Parigi, Luigi Boccherini, Leo Brouwer e Clarice Assad. Il suono potente ed evocativo del ‘Florence Guitar Symphonietta’, amplificato dalla combinazione di chitarre classiche, chitarra contrabbasso e chitarra soprano, permette di esplorare un repertorio straordinariamente vasto. La chitarra, strumento protagonista in una miriade di generi musicali e culture, ci guida in questa proposta musicale unica nel suo genere, celebrando la bellezza delle tradizioni e l’universalità del linguaggio musicale e stimolando una riflessione sul tema dell’appartenenza e della diversità nel complesso percorso verso una cittadinanza, condivisa e attiva.

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI.