Luca Veneri, basta la parola. Gareggia col fratello e vince

Brillante rientro dei giostratori storici di Porta del Foro alle competizioni . Il primo domina il torneo, Gabriele contribuisce al terzo posto a squadre .

Luca Veneri, basta la parola. Gareggia col fratello e vince

Luca Veneri, basta la parola. Gareggia col fratello e vince

di Sonia Fardelli

AREZZO

Luca Veneri, ha vinto il titolo di campione d’Europa in Polonia al castello di Golub Dobrzyn dove nel week end si è tenuto un torneo cavalleresco internazionale, che ha visto in lizza oltre che l’Italia, anche la Polonia, la Germania, il Canada, l’Ucraina, la Francia e la Svezia. La squadra italiana ha invece ottenuto la terza posizione, grazie sempre a Luca Veneri, al fratello Gabriele, a Piergiovanni Capacci e a Maurizio Frulio. Una bella soddisfazione per Luca Veneri che a distanza di vent’anni è tornato a gareggiare in coppia con il fratello Gabriele e a dieci anni dalla sua ultima gara è stato proclamato miglior cavaliere del torneo.

"È stata una grandissima soddisfazione - dice Luca Veneri - dopo anni sono tornato a Golub a gareggiare in questa cornice da favola, in un luogo dove andavamo io e Gabriele quando eravamo ragazzini. Ci sono tornato con lui e con un buon gruppo di amici: i Cavalieri di Arezzo che tanti anni fa mi hanno fatto conoscere anche nell’ambiente giostresco". Un ritorno in un luogo del cuore che ha subito portato bene a Luca Veneri. "Mi hanno assegnato un cavallo molto bravo - ammette - con il quale mi sono subito affiatato. Lui mi ha seguito bene in ogni gioco ed abbiamo accumulato punti fino ad arrivare al titolo individuale di campione d’Europa e alla terza posizione come squadra. Ed è sempre un piacere quando si riesce a portare in alto la bandiera italiana, ma soprattutto, con un po’ di campanilismo, il nome di Arezzo". Grande emozione anche nel tornare a gareggiare insieme al fratello Gabriele Veneri con il quale hanno vinto insieme tante lance d’oro per Porta del Foro. "E’ stato molto bello averlo di nuovo al mio fianco - dice Luca Veneri - ci basta uno sguardo per intenderci".

Una trasferta in Polonia che è stata anche l’esordio di Paolo Parigi alla guida del gruppo, come nuovo presidente dei Cavalieri di Arezzo e di Mario Capacci, storico capitano del gruppo che di recente è stato nominato capitano onorario. Tra due anni il torneo cavalleresco di Golub festeggerà i cinquant’anni dalla sua prima edizione e i Cavalieri di Arezzo guardano già a quella data.