Cesena, 4 febbraio 2018 - Quante emozioni al «Manuzzi» di Cesena, nel posticipo di serie B. Ma per la Ternana è un’altra beffa. Il padroni di casa si aggiudicano lo contro salvezza contro i rossoverdi del nuovo mister Mariani. I romagnoli hanno rischiato di compromettere una gara già chiusa: decisivo è stato il gol di Schiavone su papera di Pelizzari a metà ripresa. La Ternana resta da sola in fondo alla classifica con 22 punti.

Dopo un avvio sprint degli umbri che al 14’ passano con Angiulli, in quattro minuti, tra il 18’ e il 22’ il Cesena ribalta la situazione con il doppio Moncini. L’attaccante romagnolo prima segna di piede su servizio di Laribi, poi di testa in tuffo con assist su punizione di Schiavone. La Ternana accusa il colpo e al 35’ subisce la terza rete, ancora Schiavone trova l’imbeccata giusta per Jallow che dal limite dell’area piccola non sbaglia. Il Cesena potrebbe dilagare ancora con Moncini ed invece subisce, prima dell’intervallo, il gol che rimette in piedi la Ternana: traversone di Angiulli che pesca Carretta, difesa bianconera ferma e la punta rossoverde insacca.

La Ternana ci crede e al 25’ trova il pari con il nuovo entrato Tremolada con un tiro da lontano su cui Fulignati va troppo morbido. Il palo nega subito il nuovo vantaggio del Cesena a Laribi, ma arriva al 30’ con Schiavone sempre da fuori e sempre con la complicità del portiere. Ancora Schiavone, su punizione, accarezza l’incrocio e poco dopo tocca a Laribi spedire alto da buona posizione. L’ultimo brivido un gran tiro di Montalto che Fulignati toglie da sotto la traversa in pieno recupero.

La classifica: Frosinone 46 punti; Empoli e Palermo 43; Cittadella 38; Parma e Cremonese 36; Bari, Venezia e Carpi 35; Spezia e Pescara 31; Perugia e Salernitana 30; Avellino 29; Foggia 28; Novara e Cesena 27; Brescia 26; Entella, Pro Vercelli 24; Ascoli 23; Ternana 22.