Montecatini 8 ottobre 2017 - La sua vicenda fece molto discutere, destando la solidarietà di numerose persone in città. Per Corrie Barnett, 40 anni, cittadino americano, da molti anni residente a Montecatini, dopo una lunga attesa, è arrivata la sentenza di assoluzione del tribunale di Pistoia. L’uomo è sposato con l’imprenditrice Francesca Greco, titolare con i familiari del laboratorio di analisi e visite specialistiche Data Medica. I fatti risalgono alla fine del 2014, quando, in base alla relazione presentata da due agenti della polizia municipale, redatta dopo un controllo nella zona di via Toti, fu accusato di essersi rifiutato di fornire indicazioni sulla propria identità personale e di mostrare il permesso di soggiorno

In base agli atti trasmessi all’autorità giudiziaria, per lui scattò un’ammenda da 400 euro, attraverso un decreto penale di condanna. Il caso poteva chiudersi così, senza troppo clamore, visti i fatti ben più pesanti riportati ogni giorno dalle cronache. Ma Corrie,spinto dall’affetto dei suoi familiari e dei numerosi amici presenti in città, decise di andare avanti e fare ricorso in tribunale, dando il via a un vero e proprio procedimento. Per Barnett, in ogni caso, era una questione di principio difendere il proprio buon nome.

Giunto in Italia per amore della moglie, ha giocato a pallacanestro con buoni risultati in alcune delle serie maggiori. A Montecatini è molto conosciuto dalla gente e amato per la naturale cortesia e disponibilità. . Durante il procedimento, oltre a Barnett, sono stati ascoltati i due agenti della polizia municipale che redassero il verbale, mentre il magistrato ha provveduto a visionare le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza cittadino. Alla fine, il giudice ha deciso di emettere una sentenza di assoluzione nei confronti del giovane, annunciando che le motivazioni saranno depositato entro 90 giorni, come prevede la normativa.