Firenze, 30 novembre 2017 - Un nuovo cimelio arricchisce la collezione del Museo del Calcio di Coverciano. Si tratta del biglietto della gara tra Italia e Spagna, ripetizione dell’incontro valido per i quarti di finale del Campionato del Mondo del 1934, disputato allo stadio Berta (oggi Artemio Franchi) di Firenze, il 1° giugno. Sì, 'ripetizione': perché all'epoca, in caso di parità dopo i tempi supplementari, era previsto che la partita venisse rigiocata e il primo atto contro gli iberici terminò 1-1. Per questo motivo le due nazionali si sfidarono nuovamente il giorno successivo.

Ma gli organizzatori furono colti alla sprovvista da questo fuori programma, in particolare per l'impossibilità di stampare nuovi tagliandi con numerazione e data aggiornate. Per questo motivo fu deciso di utilizzare i biglietti avanzati dell’ottavo di finale Germania-Belgio (risultato finale 5-2), giocato sempre a Firenze quattro giorni prima. Gli Azzurri di Pozzo si imposero poi per 1-0 nella seconda sfida contro la Spagna, proseguendo così il loro trionfale cammino, che li avrebbe portati per la prima volta sul tetto del mondo. Il nuovo cimelio è stato donato da Antonio Baroncelli ed è stato collocato nella prima sala del Museo, che ‘racconta’ i successi della Nazionale negli anni Trenta: due Campionati del Mondo (nel 1934 e nel 1938) e la conquista della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Berlino (1936).