Firenze, 22 gennaio 2018 - Parlando all'emittente fiorentina "ControRadio", il segretario del Pd, Matteo Renzi, annuncia la sua scelta per l'avvio della campagna elettorale: "Siccome uno dei progetti a cui tengo di più sono le periferie, comincerò la campagna nel collegio da un piccolo cantiere, la 'Pettini' di Scandicci, una scuola". L'ex presidente del consiglio sottolinea la sua volontà di stare molto a Firenze e nel suo collegio durante la campagna elettorale: "Questa settimana bisogna chiudere le candidature, ma dal fine settimana, inizio settimana prossima, vorrei girare molto per il collegio: Firenze, Scandicci, Impruneta, Signa e Lastra. Tra le cose positive che ha questa legge elettorale c'è il fatto che la gente deve stare sul collegio, noi ci staremo molto. Per me è molto bello tornare, la campagna sarà locale ma nazionale".

Nell'intervista Renzi parla di questioni fiorentine e di Fiorentina: "Lo stadio di proprietà è una priorità e secondo me il nuovo stadio di Firenze si farà ma la realizzazione dell'aeroporto è più importante. Secondo me lo stadio si farà, conoscendo Nardella, la sua passione e la sua dedizione il progetto andrà avanti. Allo stadio io credo".

Sulla situazione della Fiorentina Renzi auspica che i Della Valle, proprietari della società viola, restino: «Spero che si possa ripartire tutti insieme con questa proprietà che in questi 15 anni ha fatto molto"