Firenze, 18 febbraio 2016 - Nessun timore a Londra. La Fiorentina andrà a White Hart Lane per fare la partita, anche perché ha constatato come imponendo il proprio gioco tutto sia possibile. Paulo Sousa è tranquillo dopo il pareggio 1-1 contro il Tottenham all'Artemio Franchi. Il superamento dei sedicesimi di finale è, se non totalmente alla portata, almeno possibile. 

"Stasera abbiamo messo in difficolta' il Tottenham sul piano dell'intensita', essendo convinti del nostro gioco. Le percentuali di qualificazione nostre sono minori di quelle prima di questa gara, perche' abbiamo subito un gol in casa, ma vogliamo essere competitivi anche a Londra. Vedremo come arriveremo a quella partita, recuperando al meglio i nostri giocatori", dice Sousa, che poi aggiunge. 

"Il Tottenham e' una squadra di altissima qualita', tatticamente propositiva, molto fisica e piena di dinamismo - ha sottolineato Sousa - Abbiamo provato a fare pressing alto ma siamo cresciuti solo durante la partita e con l'inserimento di giocatori freschi che ci hanno dato la possibilita' di essere piu' vicini a quello che siamo noi, soprattutto in fase difensiva. Loro hanno un'identita', hanno dato maturita' ai propri giocatori e quindi il loro processo acquisitivo e' chiarissimo. Giocano nello stesso modo sia in casa che fuori. Mi aspetto una partita da parte del Tottenham simile a quella di stasera, magari pero' con un risultato diverso visto che in questa prima gara, per quanto creato, meritavamo noi di vincere".

Certo, non c'è solo l'Europa League sulla strada della Fiorentina nei prossimi giorni. "Prima di andare a Londra per la gara di ritorno dobbiamo pensare a Bergamo che sara' una partita difficilissima, piena di duelli da vincere - ha aggiunto - Sara' una partita chiave per il resto di questa stagione. I nostri ragazzi hanno una buona capacita' di recuperare. Se loro individualmente faranno i loro allenamenti 'invisibili', potranno recuperare dalle fatiche di stasera. Sepe? Nessun problema fisico, e' stata una scelta tecnica". Il tecnico gigliato ha speso una parola anche per l'autore del gol di stasera, Federico Bernardeschi. "E' un ragazzo che ha un'attitudine positiva, propositiva, anche di aiutare la squadra, anche se il suo primo tempo non e' stato di altissima qualita', specie nel primo controllo. E' cresciuto durante la partita e ha terminato con una grande qualita'. Consigli a Conte per convocare Bernardeschi? Credo che la bravura e la qualita' di Conte possono bastare per fargli prendere la migliore decisione per Bernardeschi in chiave Nazionale. Fin dal primo giorno l'ho sentito nella maniera giusta per aiutarci e farci crescere. Credo che nel tempo avra' il suo spazio in azzurro"