Firenze, 5 aprile 2017 - La Procura di Firenze ha fatto eseguire nelle ultime 24 ore perquisizioni a carico di indagati tra funzionari dell'Anas e imprenditori del settore lavori stradali nell'ambito di una inchiesta che ipotizza frodi in appalto e che vede 19 indagati, a vario titolo, per corruzione e abuso di ufficio nel Grossetano e a Firenze.

Sono indagati due funzionari del compartimento Anas di Firenze, due ex funzionari dello stesso ente adesso in pensione e quindici imprenditori.

Secondo quanto appreso i reati ipotizzati sono costituiti da numerose condotte per corruzione e abuso d'ufficio, risalente ad un periodo che va dal 2012 al 2013. In base a quanto emerge questa nuova inchiesta riproporrebbe gli stessi metodi illeciti che nel recente passato la procura di Firenze aveva accertato nell'inchiesta denominata "Strade dell'oro".

La maggior parte degli imprenditori indagati in questa nuova indagine, sono della provincia di Grosseto, dove la locale procura aveva avviato già nel 2012 questo procedimento e poi l'ha trasmesso nel 2016 per competenza ai colleghi di Firenze. Ora le perquisizioni, con contestuale consegna dell'avviso di garanzia, eseguite dalla Guardia di finanza che avrebbe raccolto in abitazioni private, uffici e ditte una vasta documentazione.