Arezzo, 3 gennaio 2018 - Il bottino del colpo armato alle poste messo a segno stamani a Montemignaio è stato di circa ventimila euro. Giorno di consegna delle pensioni ma il paese è uno dei più piccoli della provincia e già dalla mattinata questa era la cifra che veniva indicata di massima. L'auto usata come ariete è stata ritrovata nei boschi vicino a Montemignaio: evidentemente a quel punto i banditi sono saliti su un altro mezzo "pulito" per darsi alla fuga.

IL BLITZ. Sfondano la porta blindata delle Poste con l'auto, entrano armati di pistola, minacciano impiegata e clienti e portano via l'incasso. 

Scene da film questa mattina alle Poste di Montemignaio.  Erano le 10 circa quando l'auto ha sfondato la porta blindata. Poi sono scese due persone: volto coperto e pistola in mano, che hanno fatto irruzione nell’ufficio. Una volta all’interno hanno minacciato l’impiegata e si sono fatti consegnare i contanti.

Il bottino è ancora da quantificare, ma potrebbe essere ingente: proprio oggi infatti è giorno di pagamento delle pensioni. Poi i due sono saliti di nuovo in auto e si sono dati alla fuga. Sul fatto stanno indagando i carabinieri della compagnia di Bibbiena. Sono stati sentiti i testimoni, al vaglio anche le telecamere  interne dell’ufficio postale.