Spaccate a Firenze, l'ironia di un ristoratore