Viareggio, 21 novembre 2016 - Il Consiglio di Stato ha notificato stamani la sentenza sul ricorso elettorale con la quale ha annullato totalmente la precedente sentenza del Tar . Pertanto le delibere di proclamazione degli eletti alle comunali del 2015 tornano ad essere pienamente valide. E torna ad ed essere vigente l'elezione a sindaco di Giorgio Del Ghingaro insieme all'elezione del consiglio comunale che era in carico al momento dell'annullamento. CLICCA QUI PER LA SENTENZA INTEGRALE

Adesso gli esponenti della maggioranza si interrogano su due questioni: se gli effetti della sentenza sono immediati o bisogna attendere le notifiche; se le proclamazioni dei consiglieri e le nomine degli assessori che erano in carica al momento dell'annulla tornano ad essere vigenti; oppure se Del Ghingaro dovrà rifare le nomine della giunta, e se il consiglio comunale dovrà rieleggere il proprio Presidente.  

"Il Consiglio di Stato ci ha dato ragione e ha annullato la sentenza del Tar" che, accogliendo un ricorso del candidato sindaco di Lega nord e Fdi, aveva inficiato il risultato delle ultime elezioni a Viareggio. Lo ha detto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi al termine di una conferenza stampa sugli interventi per Livorno. "Giorgio Del Ghingaro presto si reinserirà come sindaco di Viareggio - ha aggiunto -. Siamo pronti a collaborare con lui, e c'è soddisfazione perché le nostre buone ragioni sono state riconosciute, e perché la città riavrà presto il sindaco".

Rossi ha ricordato che la Regione si era mossa contro la sentenza del Tar perché "a nostro avviso il risultato elettorale non veniva inficiato per colpa dei problemi e perdite di schede elettorali", e perché "al secondo turno i cittadini avevano eletto in maniera inequivocabile Del Ghingaro loro sindaco".