Palazzetto dello sport Partono i lavori: "Struttura strategica, va ammodernata"

A maggio iniziano i lavori di riqualificazione del palazzetto dello sport di San Sisto a Perugia, finanziati con 550mila euro dal Pnrr. L'intervento mira a rendere la struttura più moderna, sicura e efficiente, con interventi sulla copertura e sugli infissi per ridurre le dispersioni energetiche.

Palazzetto dello sport Partono i lavori: "Struttura strategica, va ammodernata"

Partiranno all’inizio di maggio i lavori di riqualificazione del palazzetto dello sport di San Sisto. Ieri c’è stato un sopralluogo...

Partiranno all’inizio di maggio i lavori di riqualificazione del palazzetto dello sport di San Sisto. Ieri c’è stato un sopralluogo per fare il punto della situazione alla presenza del sindaco Andrea Romizi, dell’assessore allo Sport Clara Pastorelli, dell’assessore all’urbanistica Margherita Scoccia, del consigliere Nicola Volpi e dei tecnici comunali Laura Tribbiani e Marco Terradura. L’intervento, per un importo di 550mila euro, è stato ammesso a finanziamento nell’ambito del Pnrr.

"L’impianto di San Sisto – sottolinea Pastorelli - è una struttura strategica per la città di Perugia perché ubicato in un quartiere popoloso dove svolgono la loro attività numerose società sportive e non solo. Questo impianto, ormai datato, richiedeva, pertanto, interventi di riqualificazione e valorizzazione necessari per renderlo più moderno, sicuro e fruibile. Grazie al lavoro dell’assessorato e degli uffici siamo riusciti ad intercettare importanti finanziamenti nell’ambito del pnrr grazie ai quali saremo in grado di dare un nuovo volto, rinnovato, anche a questo storico impianto. Ciò conferma l’attenzione di questa amministrazione per tutti gli impianti della città sia centrali che periferici. Peraltro la riqualificazione del palazzetto rappresenta un ulteriore tassello nell’ambito della valorizzazione del quartiere di San Sisto che partirà a breve grazie ai lavori del metrobus e di agenda urbana". Si interverrà sulla copertura e sugli infissi che dal calcolo delle dispersioni sono responsabili di notevoli dissipazioni per trasmissione. In particolare la copertura, sia della palestra grande che di quella piccola, verrà isolata mediante realizzazione di un cappotto esterno sull’estradosso dell’attuale manto con relativo impermeabilizzante.