La grande danza di “Insel“ irrompe al Morlacchi

La rassegna "Perché non ballate?" porta al Morlacchi nuovi linguaggi legati al movimento e alla danza. Lo spettacolo "Insel" di Ginevra Panzetti ed Enrico Ticconi è un invito al pubblico a partecipare attivamente a questa esperienza. Biglietti su www.teatrostabile.umbria.it.

La grande danza di “Insel“ irrompe al Morlacchi
La grande danza di “Insel“ irrompe al Morlacchi

A passo di danza... sull’isola. La stagione del Morlacchi prosegue con il nuovo appuntamento della rassegna “Perché non ballate?”: è lo spettacolo “Insel“ (nella foto) di Ginevra Panzetti ed Enrico Ticconi in scena domani alle 19.30 con interpreti Sissj Bassani, Efthimios Moschopoulos, Aleksandra Petrushevska e Julia Plawgo su composizione musicale di Demetrio Castellucci. L’impatto fisico del naufrago su un’isola deserta e la caduta nel profondo della propria interiorità, diventano nello spettacolo collisioni equivalenti. “Insel“, in italiano isola è una creazione coreografica e sonora per 4 performer, che sceglie una condizione geografica come riferimento simbolico per volgere lo sguardo all’individuo e l’inevitabile incontro con la propria ombra. La voce è interpretata da Gavino Murgia secondo la tradizionale tecnica del Cantu a Tenore originaria dell’isola di Sardegna.

“Perché non ballate?” porta al Morlacchi i nuovi linguaggi legati al movimento e alla danza. Artisti con un grande bagaglio di esperienze nazionali e internazionali, in continua ricerca di paradigmi il più possibile aderenti alla società in cui viviamo, guidano il pubblico in un percorso fatto di scoperte. Un invito al pubblico, coreografi e performer a partecipare attivamente a questa esperienza. I prossimi spettacoli sono “Sottobosco“ di e con Chiara Bersani, sabato 10 febbraio e “Le sacre du printemps“ di Dewey Dell, giovedì 21 marzo. I biglietti si possono prenotare allo 075.57542222; acquisto online su www.teatrostabile.umbria.it