La Pistoiese si sta preparando al terzo campionato di C consecutivo

Pistoia, 12 settembre 2018 - Il cielo sopra Pistoia è arancione: la stagione 2018/19 ha avuto inizio. La preparazione della prima squadra del Calcio Femminile Pistoiese 2016 è incominciata al campo Mucci della Nievole. Agli ordini di uno staff tecnico di notevole valore, le calciatrici arancioni hanno incominciato a faticare per preparare al meglio l’esordio in Coppa Toscana di categoria e il campionato di serie C. È il trainer, di origine sammarcellina, Paolo Biagiotti a dirigere le operazioni: è coadiuvato dal vice Emanuele Lazzarini, dalla preparatrice atletica Diletta Berti, dalla fisioterapista Irene Ancangeli e dal preparatore dei portieri Giampaolo Hollman.

“In queste prime settimane lavoreremo duro per arrivare a una buona condizione psico-atletica già per l’avvio di Coppa e del torneo di C – fa sapere Biagiotti –. Sappiamo che la dirigenza ripone molte speranze in questo gruppo, non ancora completo, e cercheremo di non deluderla”. Ricordiamo che mancano un paio di elementi – due difensori – per definire l’organico e che giovedì 20 settembre sarà già tempo di grandi amichevoli. Per la rinnovata prima squadra del Calcio Femminile Pistoiese 2016 un incontro di alto livello: verosimilmente al campo Boario, con inizio alle ore 19.30, sfida alla formazione juniores della Fiorentina, allenata da Sauro Fattori, ex centravanti viola oggi buon tecnico, specie nel settore gentil sesso.

Un test, seppur amichevole, probante per le ambizioni della compagine “condannata a far bene” sia in Coppa Toscana di categoria sia nel campionato di serie C. Un’équipe, però, che pur di alto livello parrebbe avere qualche lacuna in retroguardia, come anticipato sopra: mancherebbero un paio di elementi a completare l’organico, che Biagiotti si augura possano arrivare presto, prima della chiusura della sessione estiva del calciomercato. Perché è vero che la dirigenza arancione sogna in grande, ma è altrettanto vero che dal momento che ha fatto 30 potrebbe benissimo fare 31. Per evitare brutti risvegli durante l’annata (leggasi infortuni, acciacchi vari, incidenti, imprevisti, ecc.). Intanto questa bella notizia: la gara con le giovani, promettenti e talentuose, della Viola. Per misurarsi, per crescere ancora.

Gianluca Barni