Primo consiglio comunale. La sindaca De Caro ringrazia: "Avanti con il lavoro iniziato"

La prima riunione si è svolta nella sala Iozzelli a Monsummano con il gruppo riconfermato. L’esordio: "Più emozione che nel 2019: oggi non dobbiamo tradire la fiducia rinnovata".

Primo consiglio comunale. La sindaca De Caro ringrazia: "Avanti con il lavoro iniziato"

Primo consiglio comunale. La sindaca De Caro ringrazia: "Avanti con il lavoro iniziato"

È tornato alle origini il consiglio comunale di Monsummano che giovedì sera si è insediato in sala Iozzelli anziché nella sala consiliare adiacente al teatro Ives Montand da qualche tempo inagibile per il crollo di una parte d’intonaco, come ha fatto sapere il sindaco Simona De Caro. E proprio la prima cittadina, fresca di rinnovo di mandato ha detto: "L’insediamento del consiglio è sempre un momento di grande emozione. Lo è stato nel 2019 e lo è anche oggi forse di più. Perché oggi c’è anche la responsabilità di rispondere ai tanti che ci hanno dato fiducia. Abbiamo la soddisfazione di vederci riconosciuto il percorso fatto e l’impegno proficuo mio e di tutta l’amministrazione".

Amministrazione che si è rinnovata di poco in questo mandato e che vede tra i banchi dei consiglieri di maggioranza di nuovo Alessandra Goti, paradossalmente come consigliere anziano, Michele Gurgone, Alberto Bruzzani e Antonella Cipollini insieme al carabiniere in servizio Gianfranco Piombino, ai giovani Clarissa Petillo, Paolo Papini e Cristian Giovannelli oltre a Giulia Guidara che giovedì sera era assente. Tra i banchi dell’opposizione invece, insieme al candidato sindaco Paolo Venturini, c’è stata la riconferma della fiducia degli elettori a Giuseppe Mignano e Simone Ciervo accompagnati nella minoranza dal giovane Matteo Magrini e dalle due apprezzate dalla cittadinanza quote rosa, Catia Romani e Luisa Bini. Ricopre il ruolo di presidente del consiglio comunale anche per questo mandato Maurizio Venier. Le assemblee consiliari sono aperte alla cittadinanza e fino a nuovo ordine si terranno alla sala Iozzelli.

Arianna Fisicaro