Masterplan aeroportuale: "Dalla commissione tecnica nessuna valutazione finale"

Toscana Aeroporti puntualizza sul parere del Ministero sull’impatto ambientale: "Conclusa la fase di analisi preliminare, i nostri progetti per il ‘Vespucci’ non sono in discussione".

Masterplan aeroportuale: "Dalla commissione tecnica nessuna valutazione finale"
Masterplan aeroportuale: "Dalla commissione tecnica nessuna valutazione finale"

Il parere della sottocommissione Vas della Commissione Tecnica per la Verifica dell’Impatto Ambientale del ministero dell’Ambiente sul progetto di potenziamento dell’Aeroporto di Firenze "non contiene alcuna valutazione finale sul nuovo Masterplan aeroportuale e rappresenta unicamente l’atto formale attraverso il quale il ministero ha portato a conclusione la fase di analisi preliminare del procedimento integrato Via-Vas avviato da Enac". Lo puntualizza Toscana Aeroporti intervenendo nel dibattito pubblico sul parere, articolato in 164 pagine, della commissione tecnica ministeriale relativo alla realizzazione della nuova pista di Peretola. Insomma, per la società di gestione aeroportuale, quel parere non è una bocciatura e, anzi, la bontà del progetto per lo scalo "Vespucci" non sarebbe stata messa in discussione, come invece da più parti anche da parte di alcune forze politiche pisane è stato fatto. "Si tratta di una fase esclusivamente consultiva e non prescrittiva - sostiene Toscana Aeroporti - all’interno della quale i soggetti competenti in materia ambientale individuati dal ministero sono stati chiamati a indicare a Enac quali approfondimenti tecnici sono necessari per poter successivamente presentare lo Studio Ambientale Integrato (Sai) e quindi avviare la procedura finalizzata all’espressione del giudizio di sostenibilità Via-Vas". Solo in quella fase infatti, osserva Toscana Aeroporti, "saranno elaborate e formulate le valutazioni in merito alla sostenibilità ambientale del nuovo Masterplan 2035 e di tutte le opere in esso incluse: il parere della Commissione, quindi, si limita a formulare raccomandazioni e suggerimenti ambientali alle quali Enac e Toscana Aeroporti si atterranno per consentire il corretto e informato completamento del procedimento ambientale Via-Vas, in piena coerenza con quanto previsto dalla normativa e dai regolamenti di settore".

Infine, la società di gestione aeroportuale sottolinea che "questa ultima fase si concluderà entro tre-quattro mesi, al termine dei quali il ministero dell’Ambiente, di concerto col ministero della Cultura, esprimeranno il parere motivato di sostenibilità ambientale del piano e di compatibilità ambientale delle opere in esso incluse". Anche Fratelli d’Italia ritiene che i rilievi della commissioni siano stati "strumentalizzati dai contrari alla pista", mentre, osserva il capogruppo regionale, Francesco Torselli, "ci sono varie varie osservazioni a cui non deve nemmeno rispondere Toscana Aeroporti e non si evidenzia alcun ostacolo insormontabile riguardo la lunghezza e la posizione della nuova pista".

Gab . Mas.